«Sono oltre 6.500 le farmacie che, finora, hanno aderito all’accordo erogando oltre 700mila prestazioni sanitarie nell’arco di sette anni. In particolare, nel 2021 sono state complessivamente erogate 250.946 prestazioni, in aumento del 79% rispetto al 2020 (quando ne erano state erogate 140.370)». A presentare i dato è Federfarma, che controlla Promofarma, società informatica del sindacato territoriale. La sigla spiega che solo nel 2021 sono stati effettuati 159.322 elettrocardiogrammi, 56.117 monitoraggi Holter cardiaci, 35.507 monitoraggi della pressione arteriosa nelle 24h. Numeri che confermano la continua diffusione del servizio, grazie a cui oltre 12mila pazienti sottoposti a elettrocardiogramma sono stati «invitati a contattare il proprio medico curante per ulteriori valutazioni o approfondimenti diagnostici».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

I risultati legati a elettrocardiogrammi e holter cardiaci

Con riferimento alle anomalie riscontrate durante gli elettrocardiogrammi e holter cardiaci, «7.787 cittadini sottoposti a Holter sono stati invitati a contattare subito il medico curante per aritmie maggiori come fibrillazione atriale, aritmie ventricolari minacciose, blocchi atrio-ventricolari avanzati», mentre «in 800 persone le anomalie rilevate con l’holter sono state giudicate serie, con conseguente segnalazione di necessità di recarsi in Pronto Soccorso o urgentemente dallo specialista». Inoltre «i monitoraggi Holter delle aritmie cardiache sono stati eseguiti per episodi inspiegati, prolungati e/o frequenti di cardiopalmo/palpitazioni, identificazione di episodi di fibrillazione atriale parossistica, valutazione del mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale, valutazione dell’efficacia della terapia antiaritmica, valutazione della funzione di pacemaker, sincopi o pre-sincopi».

Cossolo (Federfarma): «Farmacia presidio tecnologicamente avanzato»

I risultati presentati sono stati accolti con favore da Marco Cossolo, presidente Federfarma, il quale ha evidenziato che «questi dati dimostrano che la farmacia è un presidio di prossimità territoriale tecnologicamente avanzato, efficiente ed efficace, anello di congiunzione tra Servizio sanitario nazionale e cittadini. La farmacia di relazione, orientata alle necessità di salute della persona, si sta concretizzando ulteriormente. I servizi di telemedicina sono un fondamentale strumento per rendere l’assistenza sanitaria più vicina e accessibile al cittadino».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.