Le farmacie lombarde sono impegnate incessantemente tra tamponi rapidi e dose booster di vaccino. È quanto ribadisce Federfarma Lombardia, secondo qui si tratta di «attività che vogliono soddisfare il più possibile le richieste dei cittadini, aumentate in modo esponenziale in questo periodo». Sui numeri dei servizi erogati, lo stesso sindacato territoriale ha evidenziato come «nell’ultima settimana, sono stati effettuati più di 865mila tamponi, con una media giornaliera che supera i 123mila test. I tamponi antigenici eseguiti dall’inizio dell’anno nei presidi dalla croce verde in Lombardia sfiorano gli 8 milioni e 400mila, di cui oltre 6 milioni realizzati negli ultimi due mesi, e hanno contribuito in modo determinante al tracciamento dei contagi nella regione». Mentre, per la dose booster di vaccino «è di questi giorni il raggiungimento di un traguardo molto significativo: 100mila dosi inoculate con una media giornaliera vicina alle 5mila dosi».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

L’impegno delle farmacie di comunità

Per Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, «da quasi due anni, la rete delle farmacie di comunità sta facendo fronte a un’emergenza sanitaria e a uno stress-test senza precedenti, impegnandosi al massimo per non fare mai mancare il proprio supporto alla popolazione. Anche in queste ultime settimane, i nostri presidi hanno messo in campo tutte le risorse possibili, in termini di tempo, spazi fisici e professionisti qualificati, per rispondere alle necessità dei cittadini, che ci chiedono sempre più frequentemente un tampone per motivi di salute, lavoro o per trascorrere in serenità le feste con i propri cari. Allo stesso modo, la possibilità di vaccinarsi vicino a casa sta riscuotendo un successo crescente. Sicuramente la domanda in costante aumento esige un impegno fuori dal comune ma continuiamo ad assicurare il servizio con l’efficienza di sempre, spesso lavorando anche in orario di chiusura e aumentando il personale dedicato, senza mai dimenticare la dispensazione del farmaco e tutti gli altri servizi che la farmacia eroga quotidianamente».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.