Dopo una fase di studio e ricerca, a partire dal 2020 la divisione Consumer health di Bayer ha dato concretezza al progetto di sostenibilità ambientale #GoGreen, iniziativa volta a rendere i materiali espositivi destinati alle farmacie sempre più ecologici e riciclabili. Partendo dalla considerazione che su 400 milioni di tonnellate di carta e cartone prodotte nel mondo, oltre la metà viene utilizzato per imballare e confezionare prodotti, con elevate percentuali anche di plastica, l’azienda ha deciso di intraprendere questa nuova sperimentazione osservando l’elevato numero di materiali che potevano essere resi più eco-friendly. «Solo nel 2019 – afferma Heiko Petersen, a capo della divisione Consumer health di Bayer Italia – abbiamo prodotto 100.000 espositori, 300.000 leaflet e locandine, 10.000 portacampioni. Numeri impressionanti che hanno rappresentato un primo concreto passo da cui partire». Dal 2020 tutti i materiali dell’azienda destinati alle farmacie sono diventati 100% eco-friendly, realizzati con carta e cartoncino riciclabili e plastic-free, grazie a una particolare stampa digitale con inchiostri all’acqua.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

I materiali green per la farmacia

Il progetto #GoGreen è stato applicato sia a materiali in carta e cartone sia ai materiali durevoli per tutte le farmacie, tutti identificati da un logo creato ad hoc e forniti con istruzioni per il riciclo. Per raggiungere l’obiettivo desiderato, Bayer ha dedicato una prima fase a effettuare studi e ricerche su materie prime e processi utilizzabili, fino a individuare la formula appropriata per rendere ogni singolo espositore ecosostenibile, rispondendo nel contempo alle esigenze produttive e qualitative. «Dato il successo registrato – riferisce l’azienda in una nota – l’iniziativa proseguirà anche per il 2021 e si inserirà nel panorama più ampio delle iniziative intraprese da Bayer per ridurre il proprio impatto ambientale lungo tutta la catena del valore».

I risultati di #GoGreen in cifre

A poco più di un anno dal lancio dal progetto #GoGreen, Bayer ha fatto un primo bilancio dei risultati ottenuti: «La sostenibilità – ha dichiarato Petersen – vuole essere al centro delle nostre attività lungo tutta la filiera e siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti già nel primo anno di vita di #GoGreen. Il nostro obiettivo è di continuare a percorrere questa strada». In un anno di sperimentazione di questo progetto, Bayer ha comunicato che grazie alla sua attuazione sono stati tagliati l’85% di alberi in meno, grazie all’utilizzo di carta e cartoncino proveniente da fibre riciclate e non vergini, salvando così 849 alberi, circa un ettaro di bosco. Secondo le evidenze della società, inoltre, sono state disperse nell’ambiente il 76% di tonnellate di CO2 in meno: utilizzando carta e cartoncino riciclato si è ridotto di 173 tonnellate di CO2, equivalenti al consumo necessario per riscaldare 80 appartamenti tradizionali per un interno anno. Significativo anche il risparmio di acqua, della quale è stata consumata una quantità pari al 9,5% in meno, riducendone lo spreco di 0,72 milioni di litri, equivalenti a quasi 5.000 vasche da bagno.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.