Il gruppo Kroger – società attiva nella grande distribuzione organizzata negli Stati Uniti, con sede a Cincinnati – ha svelato un piano con il quale punta a consentire alla propria clientela di effettuare analisi del sangue in tutti i suoi punti vendita. Ciò, ha spiegato l’azienda, al fine di prevenire gli attacchi cardiaci nella popolazione, nonché informare sulla possibile insorgenza di patologie come il diabete.

Kroger Health, che rappresenta la divisione incaricata di curare i servizi per la salute, ha reso nota la decisione alla fine del mese di gennaio del 2019. Gli strumenti “CardioChek Plus” verranno distribuiti in tutte le 2.100 tra farmacie e altre strutture sanitarie del gruppo. Secondo le informazioni riferite dal sito specializzato Supermarket News, il piano di consegna dei materiali dovrebbe essere completato entro la fine del mese di febbraio. I “CardioChek Plus” permetteranno di misurare i livelli di colesterolo totale, colesterolo HDL e trigliceridi presenti nel sangue, nonché quelli di glicemia. Ciò semplicemente tramite una puntura effettuata sui polpastrelli. E con la possibilità di ottenere i risultati in circa 90 secondi.

Secondo la stampa americana, proprio grazie alla velocità e alla semplicità d’uso degli strumenti, Kroger potrebbe aumentare in modo considerevole il numero di potenziali clienti. «Circa un terzo della popolazione americana soffre di diabete, di pre-diabete o di colesterolo alto – ha spiegato il presidente di Kroger Health, Colleen Lindholz, in un comunicato -. È per questo che è ora di introdurre soluzioni innovative nel settore. Uno dei modi migliori per combattere queste minacce è quello di conoscere il proprio stato di salute. Rendere il reperimento di tali informazioni facile, economico ed efficiente è dunque estremamente importante: se si sa di essere a rischio, si possono intraprendere le azioni necessarie per salvaguardarsi».

È chiaro che la mossa rappresenta, in ogni caso, una prova di come la grande distribuzione organizzata sia attratta dal settore della salute. Esattamente come anche altri soggetti. Come riportato ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, ad esempio, un colosso del calibro di Amazon già da un anno è sbarcato nel mercato dei farmaci Otc degli Stati Uniti.

© Riproduzione riservata