Marchi di raffreddore e influenza, prodotti per la cura della pelle e integratori alimentari come Silomat, Mitosyl e Frubiase. Sono alcuni dei 16 marchi che Stada sta acquisendo da Sanofi, in paesi prevalentemente europei, tra cui Francia, Germania, Italia, Polonia e Spagna. «L’operazione – spiega l’azienda tedesca – copre 16 marchi tra cui Mitosyl unguento e salviette per la cura quotidiana delle aree sensibili e la protezione contro l’irritazione del pannolino; Rimedi Silomat contro la tosse secca; Integratori nutrizionali Frubiase per atleti; Compresse modafene contro il raffreddore e l’influenza; e la gamma di prodotti per la cura della pelle senza allergeni Viscontour». Sebbene non siano stati resi noti i dettagli finanziari dell’operazione, Stada puntualizza che «nessun asset produttivo o dipendenti sono inclusi nella transazione, che dovrebbe concludersi nel terzo trimestre del 2021, previa approvazione delle autorità di regolamentazione competenti e altre condizioni di chiusura consuete».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

I marchi e i prodotti acquisiti

Con particolare riferimento all’Italia, i marchi acquisiti includono Lisomucil sciroppo per la tosse. Mentre, per gli altri Paesi europei, Bronchoforton unguento in Germania, sciroppo Bronchokod in Francia e Brolene collirio e unguento nel Regno Unito e in Irlanda. Sono inclusi anche Antigongestiva Cusi e Rinocusi in Spagna; Acodin in Polonia; Nasobol in Svizzera; e Sedotussin in Germania. «Questa acquisizione – evidenzia Peter Goldschmidt, Ceo di Stada – rafforza ulteriormente Stada come uno dei primi cinque attori nel mercato europeo della salute dei consumatori, supporta la nostra accelerazione della crescita ed è un’altra prova del fatto che Stada è un partner di riferimento».

Nuova prospettiva di vita ai marchi

Secondo Volker Sydow, responsabile globale di Consumer Healthcare di Stada, «sotto la proprietà di Stada, crediamo che ci sia un’eccellente opportunità per rafforzare e far crescere ulteriormente questi noti marchi. Attraverso investimenti mirati, anche attraverso i canali digitali, e l’innovazione di prodotto, crediamo di poter dare a questi marchi una nuova prospettiva di vita nelle loro rispettive nicchie». Per Steffen Wagner, responsabile dei mercati europei di Stada, «l’ampia rete di vendita, marketing e distribuzione di Stada in tutta Europa, insieme alle sue partnership di lunga data con i farmacisti, consentirà al gruppo di capitalizzare la forte eredità locale dei 16 marchi e il riconoscimento del marchio».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.