«L’82% degli italiani ha apprezzato il lavoro svolto da medici e operatori sanitari nella lotta contro l’emergenza sanitaria», «ormai consolidate nel nostro Paese le pratiche messe in atto durante la pandemia per proteggere la propria salute, come il lavaggio accurato delle mani, il distanziamento sociale e l’uso della mascherina nei luoghi affollati» e «quasi 8 italiani su 10 sono favorevoli alla vaccinazione obbligatoria, al di sopra della media europea pari al 61%». Sono gli aspetti principali emersi nello Stada Health Report 2021, sondaggio internazionale realizzato tra marzo e aprile 2021 dal Gruppo Stada, in collaborazione con il Kantar Market Research Institute, su oltre 30mila persone in 15 Paesi europei, tra cui anche l’Italia. «Contrariamente a quanto si possa pensare – si legge nel documento – , il timore di ammalarsi a causa dell’infezione da Covid-19 non è stata la preoccupazione principale per la maggioranza dei cittadini europei: oltre la metà (52%) ha risentito maggiormente della mancanza di contatti interpersonali con la propria famiglia o gli amici. Segue al secondo posto, con una percentuale del 42%, la paura del contagio mentre 1 intervistato su 3 si è detto preoccupato per le ripercussioni economiche e lavorative dell’emergenza sanitaria».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Italiani hanno elogiato il lavoro dei professionisti sanitari

Sebbene nei dati del rapporto non vengano menzionati i farmacisti, si evidenzia come «più di quattro quinti degli italiani (82%) ha elogiato il lavoro svolto da medici, infermieri e personale ospedaliero, in linea con la media del sondaggio (pari all’81%), mentre sono stati più critici nei confronti dei decisori politici». Un riferimento è alle abitudini acquisite durante la pandemia: «Le azioni messe in atto per proteggere la propria salute durante la pandemia sembrano essere ormai consolidate nel nostro Paese. Più della metà degli italiani (53%) intende continuare a lavarsi le mani in maniera più accurata: si tratta della percentuale più alta insieme all’Ucraina. Quasi due italiani su cinque (38%) intendono mantenere il distanziamento sociale (la media del sondaggio è pari al 33%) e aumentare la pulizia e l’igiene della propria casa (la media del sondaggio è del 31%)».

L’impegno di Eg con i propri partner

«Fa piacere vedere che la popolazione italiana riconosce il ruolo cruciale svolto da medici, infermieri e altri operatori ospedalieri nella lotta contro la pandemia – ha evidenziato Salvatore Butti, managing director di Eg Stada Group – sottolineando come anche i farmacisti hanno dato un contributo prezioso. Attraverso il nostro ampio portafoglio di farmaci equivalenti, biosimilari e specialistici e prodotti di consumer healthcare, Eg è pienamente impegnata a lavorare con i propri partner sanitari per garantire sia l’accesso dei pazienti a trattamenti di alta qualità che la sostenibilità del sistema sanitario italiano».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.