Anche i farmacisti, oltre a medici, infermieri e altri operatori sanitari, rientrano tra le categorie di utenti che fino al 31 dicembre 2020 possono richiedere i voucher resi disponibili dal Comune di Milano da utilizzare per gli spostamenti in taxi. L’iniziativa, oltre alle diverse categorie particolarmente a rischio, tra cui disabili, donne in stato di gravidanza e persone sottoposte a terapia salvavita, riguarda i viaggi da e per strutture sanitarie o sociosanitarie, site sul territorio del Comune di Milano oltre che presso gli Ospedali San Raffaele e Humanitas.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Modalità di uso del voucher

A diffondere la notizia è lo stesso Comune di Milano, il quale rende noto che «i voucher potranno essere erogati in numero massimo di 2 al giorno per ciascun utente da effettuare entro dicembre. L’eventuale importo residuo della corsa, dopo lo sconto del voucher, deve essere pagato con carta di credito, carta di debito (bancomat) o carta prepagata intestata al soggetto che ha richiesto il voucher o ad altro soggetto (esclusivamente nel caso di minori)».

Modalità di erogazione

Quanto all’erogazione dei voucher, per i farmacisti è quantificato in 10 euro a corsa, il Comune di Milano ha predisposto un’apposita pagina alla quale fare richiesta. Si tratta della pagina “Richiesta Voucher Taxi”, raggiungibile aprendo questo collegamento, attraverso cui è possibile effettuare una registrazione e, attraverso la procedura, poter ottenere i voucher interessati. Ulteriori informazioni possono essere reperite alla pagina contenente l’avviso integrale.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.