«Esprimo una profonda soddisfazione per questa elezione soprattutto perché è stata condivisa all’unanimità da tutto il Consiglio Direttivo». Sono le parole di Arturo Cavaliere, neo-presidente della Società italiana farmacia ospedaliera (Sifo), che guiderà la sigla per il prossimo quadriennio 2020-2024. «Nel ringraziare il direttivo che ci ha preceduto per il lavoro svolto – evidenzia Cavaliere -, desidero anche sottolineare che l’idea di SIFO che desideriamo portare avanti con il nuovo team è quella di una Società Scientifica volta al rinnovamento, all’innovazione, culturalmente indipendente. Vogliamo porre le basi per una Sifo che avrà nella costante collegialità delle decisioni la sua stella polare, aprendosi sempre di più a sinergiche azioni condivise con le altre Società scientifiche, con le Istituzioni e con le Federazioni di Ordini».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Con Cavaliere guideranno l’associazione Alessandro D’Arpino (vice-presidente), Marcello Pani (segretario nazionale), Maria Ernestina Faggiano (tesoriere) e cinque consiglieri Paolo Abrate, Emanuela Omodeo Salè, Paolo Serra, Ugo Trama e Adriano Vercellone. L’elezione del presidente è avvenuta all’unanimità e segna l’avvio di un nuovo quadriennio (2020-2024) nella vita di una delle più importanti società scientifiche italiane. Con l’elezione del Consiglio direttivo, ora la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei servizi farmaceutici delle Aziende Sanitarie entra a pieno regime nel suo nuovo periodo di mandato associativo. Primo importante impegno è la preparazione del XLI Congresso Nazionale, che si terrà in formato digitale il prossimo 10-12 dicembre.

© Riproduzione riservata