sedivaCarta addio. In una sanità sempre più digitale, dove anche le ricette stanno diventando “dematerializzate”, le farmacie tentano di stare al passo introducendo strumenti tecnologici in grado di trasferire la gestione su computer, snellendo gli oneri della conservazione cartacea e rendendo più efficiente la macchina.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Una sterzata di rilievo è in arrivo con il 2015, grazie ad alcune misure innovative per il settore che saranno messe in campo dallo Studio associato Bacigalupo – Lucidi e Sediva, specializzato nell’assistenza alle farmacie. Si tratta di cinque innovazioni che consentiranno di avviare negli esercizi associati una reale gestione digitale della documentazione: dalle fatture ai fogli cassa, dai dati gestionali a quelli contabili e fiscali. I vantaggi si tradurranno in risparmio di tempo e di spazi, con riduzione della carta e dei tempi di ricerca dei documenti. Più efficienza e meno sprechi, a tutto vantaggio dei servizi offerti al cittadino.

La prima innovazione consiste in una connessione in tempo reale tra la Sediva e la farmacia assistita, con cui sarà possibile scambiare ogni tipo di documento che finora veniva inviato manualmente o in forma cartacea. La seconda riguarda la compilazione online dei fogli cassa e della prima nota, che potrà essere fatta utilizzando Internet Explorer o Google Chrome. Un passo avanti enorme, che consentirà di risparmiare quantità notevoli di carta. La terza misura consentirà la raccolta automatica delle fatture elettroniche in formato xml, senza l’acquisto di altri strumenti software. Con un unico strumento, dunque, si raggiungerà lo scopo. Quarta novità in arrivo sarà la raccolta automatica o schedulata dei dati generati dal gestionale della farmacia. Infine sarà messo a punto un servizio di conservazione sostitutiva, al quale le farmacie assistite accederanno da remoto per consultare la documentazione contabile, fiscale e di gestione di propria pertinenza.

Un cambiamento a 360 gradi, dunque, che apre nuovi orizzonti di interconnessione non solo con Sediva, ma anche con le strutture esterne. Strumenti hi-tech irrinunciabili in un mondo che marcia prepotentemente verso un futuro online.

© Riproduzione riservata