Nel corso del 2021 diversi fatti e cambiamenti hanno portato novità importanti nella professione del farmacista. Andrea Mandelli, parlamentare di Forza Italia e presidente della Federazione ordini farmacisti italiani (Fofi), in un’intervista a FarmaciaVirtuale.it ha commentato i principali avvenimenti dello scorso anno, ma anche le nuove prospettive per il settore che ha definito “baluardo” per la sanità. Secondo Mandelli «nel 2021 sono stati tanti i momenti difficili che il Paese ha dovuto affrontare e le situazioni delicate di assistenza sul territorio, ma tantissime e importanti sono state le risposte che la comunità dei farmacisti, territoriali, ospedalieri e dell’industria, ha saputo dare. Si sono concretizzati sviluppi importanti per il futuro della nostra professione, evoluzioni di cui nel 2006 avevamo già individuato la necessità per adeguare il profilo professionale del farmacista alle esigenze di un mondo che stava cambiando. In quel progetto, eravamo riusciti a inserire con grande lungimiranza tutte quelle iniziative che poi si sono rese indispensabili durante la pandemia».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

I fatti di rilievo per il farmacista nel 2021

«Lo scorso anno sono state introdotte novità importanti, ma tre in particolare meritano di essere menzionate» spiega Mandelli. «La prima è il ruolo che ha acquisito la farmacia nell’aiutare il Paese a tracciare i contagi, mettendo a disposizione i farmacisti per eseguire i tamponi Covid. Il secondo avvenimento significativo è stato il coinvolgimento dei farmacisti nelle campagne vaccinali anti Covid-19 e antinfluenzali». A questo proposito, Mandelli ricorda che «i farmacisti in Italia, pur con varie difficoltà a livello regionale, hanno effettuato più di 2 milioni di inoculazioni, a dimostrazione che i cittadini si fidano del farmacista e hanno bisogno di un punto di riferimento di prossimità in cui potersi relazionare con un professionista che conoscono da anni». Il terzo fatto di rilievo per la professione messo in evidenza da Mandelli è l’autorizzazione all’uso del pungidito per eseguire gli esami di prima istanza. «Prima che venisse approvato questo mio emendamento – prosegue -, il farmacista poteva solo offrire assistenza all’autodiagnosi del paziente, mentre ora può pungere direttamente il dito ed eseguire personalmente i test, aprendo nuove prospettive nella diagnostica in farmacia».

Laurea abilitante e aggiornamento professionale

Un altro aspetto cruciale nella professione che è stato interessato da importanti novità è la formazione universitaria. Su questo punto Mandelli spiega: «Ci stiamo confrontando con il Ministero dell’Istruzione sul tema delle lauree abilitanti per far sì che il percorso accademico permetta al farmacista di acquisire competenze e nozioni che lo rendano ancora più protagonista della sanità pubblica, con un mutuo riconoscimento della professione a livello europeo. Si tratta di una svolta per la sanità territoriale, che vede il farmacista sempre più preparato e in grado di rispondere alle esigenze che la pandemia ha accentuato ma che avevamo già evidenziato. La nostra sfida ora è far sì che ci sia la volontà di rafforzare l’assistenza territoriale. Abbiamo imparato dalla pandemia che senza salute non esiste nulla, non esistono economia, socialità né cultura. Potenziare l’assistenza territoriale è quindi fondamentale e noi possiamo svolgere un ruolo importante. Abbiamo dimostrato di saperci adattare e di voler continuare a studiare e ad aggiornarci. Siamo stati la categoria professionale che ha studiato di più, effettuando i corsi dell’Istituto superiore di sanità sul Covid pur continuando ad assicurare la presenza costante in farmacia, restando accanto alla gente, come un baluardo per la sanità del Paese».

Video dell’intervista

Per guardare l’intervista integrale è possibile aprire questo collegamento.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.