«Il 30 settembre scade il termine per la presentazione della domanda di riduzione contributiva Enpaf, relativa all’anno 2021. Per i nuovi iscritti il termine di decadenza è fissato al 30 settembre dell’anno successivo a quello di prima iscrizione all’Ordine, relativamente ad entrambi gli anni di iscrizione». Lo fa sapere l’Enpaf in una nota inviata agli iscritti, ricordando che «le categorie che possono accedere alla riduzione sono gli esercenti attività professionale in regime di lavoro dipendente: riduzioni del 33,33%, 50% e 85%, i disoccupati temporanei e involontari: riduzioni del 33,33%, 50% e, per un massimo di 5 anni, 85%, i non esercenti attività professionale: riduzioni del 33,33% e 50%», i «pensionati Enpaf non esercenti attività professionale: riduzioni del 33,33%, 50% e 85%» e infine «titolari di pensione di vecchiaia o anzianità erogata dall’Enpaf che esercitano attività professionale senza ulteriore previdenza obbligatoria (per es. titolari di farmacia in pensione): riduzioni del 33,33% e 50%».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.