Si è tenuto martedì 15 gennaio 2019 presso il ministero della Salute un incontro con al centro il tema della ricetta elettronica veterinaria, secondo quanto riferito dalla Federazione nazionale ordini veterinari italiani (Fnovi). Il confronto ha visto la presenza di diversi dirigenti dell’Ufficio 4, medicinali veterinari, in seno alla Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari (Dgsaf), nonché di alcuni rappresentanti delle categorie professionali di medici veterinari e farmacisti. Presente all’incontro anche Silvio Borrello, dirigente della Dgsaf, il quale, come evidenziato dalla Fnovi in un comunicato, «ha ribadito l’avanzamento dell’iter informatico del sistema della REV senza che siano previste deroghe o dilazioni temporali al di fuori dell’iter legislativo che sta compiendosi fino alla pubblicazione in GU».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

«Come è stato più volte fatto notare nel corso della riunione – spiega la Fnovi -, restano diverse criticità sia applicative sia di interpretazione della normativa che dovranno essere assolutamente risolte per permettere a tutte le categorie professionali coinvolte di poter operare agevolmente», pur evidenziando «grande apertura da parte del Ministero per quanto concerne la gestione delle attività di controllo da parte dei servizi veterinari e degli organi di vigilanza». A tal proposito, la Federazione sottolinea che «Borrello ha precisato che in apposita riunione con le regioni è stato richiesto che il primo periodo di avvio della REV venga considerato di assestamento in un’ottica di tolleranza e collaborazione».

Uno dei punti discussi nel corso della riunione ha riguardato la prescrizione di farmaci stupefacenti e psicotropi, secondo cui, come riferito ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, deve restare cartacea. Infine, nel corso dell’incontro, è emerso che sono circa 15.000 i medici veterinari e poco più di 12.000 i titolari di farmacia e parafarmacia accreditati sul portale ministeriale.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.