ricetta elettronica sardegna

ricetta elettronica sardegnaLa sperimentazione della ricetta elettronica è stata avviata anche in Sardegna, e procede secondo le modalità previste. La delibera sulla dematerializzazione della ricetta rossa è stata approvata dalla giunta regionale il 31 marzo scorso e, secondo l’assessore alla Sanità Luigi Arru, si dovrebbe arrivare ad una copertura del 90% entro la fine del 2016.
«L’obiettivo – ha aggiunto l’assessore – «è di facilitare la vita sia ai pazienti che ai professionisti. È chiaro che ogni processo di innovazione e cambiamento deve essere accompagnato, monitorato e tarato sulle esigenze che di volta in volta si presentano. Siamo pronti a correggere le eventuali disfunzioni che ci dovessero essere segnalate per garantire il miglior servizio possibile».
Ad aderire alla fase sperimentale sono state 660 farmacie e 1.660 medici di famiglia; sono inoltre in corso le procedure di adeguamento per quanto riguarda le strutture del Servizio sanitario regionale. Entro il prossimo 31 dicembre è previsto l’inserimento di tutti i medici di famiglia nel sistema informatico Sisar (Sistema informativo sanitario integrato regionale) e sarà attivato un Osservatorio per la programmazione e il monitoraggio delle attività.
Nella fase iniziale, l’originale delle ricette dematerializzate sarà stampato dai medici, mentre la versione digitale arriverà per via telematica direttamente alla farmacia.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.