ricetta-elettronica-come-funziona

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

La prima ricetta elettronica in Campania è stata spedita martedì 12 marzo 2013 dal Dr. Mario Flovilla di Montecalvo Irpino, in Provincia di Avellino.

Quali sono le operazioni da compiere al momento della spedizione? Quali sono i vantaggi della ricetta elettronica? Quale è la procedura sul software gestionale della farmacia? Come vengono inviati i dati a Sogei? Quali sono le difficoltà?

A queste ed altre domande risponde il Dr. Flovilla che ha avuto la possibilità, grazie alla collaborazione di software house, Regione e medico di medicina generale, di implementare la ricetta elettronica in farmacia.

Nella video intervista allegata: i punti di vista di Roberto Verzura, Gestione dei Sistemi Informativi ARSAN Campania, di Daniele Barbato di Svemu Informatica Farmaceutica e del Dr. Mario Flovilla, che si dichiara entusiasta di questa grande innovazione.

Soddisfazione per il primo invio telematico

“Sono molto soddisfatto dell’organizzazione e della messa in opera della ricetta elettronica” queste le parole del Dr. Mario Flovilla che aggiunge “i farmacisti come sempre sono in linea con l’adeguamento legislativo. La ricetta elettronica non crea disagio alla clientela e da’ certamente un vantaggio alla farmacia. Le uniche limitazioni potrebbero essere l’assenza di linea ADSL e per questo abbiamo già preso contatti con i più grandi operatori telefonici e, in seconda battuta, il progressivo adeguamento dei software di tutti medici e farmacisti. Non solo, la ricetta elettronica consentirà un controllo maggiore su alcune dinamiche che a volte sfuggono al controllo del SSN.”

Sulla stessa linea é Roberto Verzura, Gestione dei Sistemi Informativi ARSAN Campania: “In questo periodo abbiamo faticato molto e sono certo che il peggio é passato. Siamo sempre al fianco delle farmacie e dei medici per qualsiasi aspetto operativo da affrontare”.

Presenti all’incontro Daniele Barbato di Svemu Informatica Farmaceutica che ha integrato le funzionalità del software gestionale per dialogare con Sogei e il Dr. Alfonso Di Stasio farmacista writer per FarmaciaVirtuale.it: “ho toccato con mano i risvolti pratici della ricetta elettronica e ne sono entusiasta. Ho ancora qualche dubbio sulla totale dematerializzazione della ricetta e su come verrà gestito il promemoria cartaceo a seguito della spedizione. Aspetti che certamente verranno chiariti a breve. Spero che la diffusione della ricetta elettronica sarà uniforme e ben coordinata per evitare di avere farmacie che spediscono ed altre che non spediscono.”

Come funziona in pratica la ricetta elettronica

  1. Il paziente consegna il cosiddetto promemoria per l’assistito, stampato dal medico, in formato A4 o A5, che sostituisce la ricetta rossa
  2. Il farmacista rileva i barcode presenti sul promemoria per l’assistito:
    • Codice Regione
    • Codice Ricetta
    • Codice Fiscale
  3. Il software gestionale in automatico si collega al portale Sogei e scarica la ricetta prescritta dal medico
  4. Il farmacista allestisce i prodotti prescritti
  5. Rileva i due barcode della fustella, il primo relativo al codice AIC, il secondo relativo alla targatura, univoca per ogni confezione
  6. Il farmacista chiude la ricetta che viene validata da Sogei
  7. Il farmacista incolla le fustelle sul promemoria cartaceo
  8. La ricetta è pronta per essere archiviata

Per altri dettagli operativi visualizza il video allegato.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.