riabilitazione ictus cerebrale, la ricerca scientifica punta sulla robotica

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

E’ stata celebrata nei giorni scorsi la Giornata Mondiale contro l’ictus cerebrale, giunta quest’anno alla sua nona edizione. Per l’occasione, dal 21 al 29 ottobre scorso, molte persone in oltre tremila farmacie italiane hanno potuto effettuare dei controlli in forza ad un’iniziativa che è stata promossa da una Onlus, l’Associazione Italiana per la Lotta all’Ictus Cerebrale (A.L.I.Ce. Italia).

In particolare, sono stati effettuati controlli alla pressione arteriosa ed al cuore al fine di rilevare eventuali aritmie cardiache. In merito la fibrillazione atriale è tra quelle anomalie che, identificate quale causa di maggior rischio per l’ictus, colpisce il 25% degli over 55.

I controlli periodici, specie quando non si è più giovani, sono di conseguenza fondamentali per prevenire l’ictus cerebrale che solo in Italia ogni anno colpisce all’incirca 200 mila persone, e che nel mondo, in base ai dati forniti dall’Organizzazione mondiale della sanità, è la seconda causa di morte dopo l’infarto.

E per la riabilitazione dei pazienti colpiti da ictus celebrale, l’A.L.I.Ce. Italia in concomitanza con la campagna di controlli ha annunciato importanti novità e progressi fatti dalla ricerca scientifica con Script, acronimo di Supervised Care and Rehabilitation Involving Personal Tele-Robotics. Script è infatti un guanto robotico utilizzabile nei pazienti colpiti da ictus cerebrale al fine di permettere la riabilitazione per quel che riguarda la sensibilità ed i movimenti del polso e della mano.

Script associa alle potenzialità offerte dalla robotica quelle dei videogiochi. Questo perché attraverso esercizi strutturati in giochi divertenti è possibile migliorare nel tempo i movimenti della mano, del polso e della spalla ai fini di un lento ma progressivo recupero funzionale, a livello motorio, dei pazienti colpiti da ictus celebrale.

Il Supervised Care and Rehabilitation Involving Personal Tele-Robotics è il primo guanto robotico in assoluto che assolve a queste funzioni e che può essere utilizzato dal paziente anche a casa senza la necessità ogni volta di dover andare in un centro specializzato. In Italia negli ultimi sei mesi il Supervised Care and Rehabilitation Involving Personal Tele-Robotics viene utilizzato in via sperimentale dall’IRCCS, l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico San Raffaele Pisana che è specializzato proprio nel campo della riabilitazione neuromotoria.

© Riproduzione riservata