Relazioni pubbliche di ValutazioneL’Agenzia Italiana del Farmaco ha pubblicato sul proprio portale le Relazioni pubbliche di valutazione (Public Assessment Report – PAR) relative ai medicinali autorizzati dalla stessa Aifa con procedura nazionale. «La pubblicazione di tali documenti – sottolinea l’organismo ministeriale in un comunicato – consentirà di implementare le informazioni sulle motivazioni che hanno portato all’autorizzazione all’immissione in commercio di farmaci in Italia».
Assieme alle Relazioni pubbliche, saranno accessibili anche le decisioni motivate dell’Aifa in merito alla documentazione presentata a corredo della domanda di AIC, e riguardante i risultati delle prove farmaceutiche, precliniche e delle sperimentazioni. «Le Relazioni di valutazione – spiega Anna Rosa Marra, dirigente dell’ufficio Valutazione e Autorizzazione dell’AIFA – vengono redatte dopo aver acquisito il parere della Commissione consultiva tecnico-scientifica. La loro pubblicazione sul sito istituzionale, a seguito della condivisione con i titolari dell’AIC, è un ulteriore passo nella direzione di quella trasparenza nelle attività di valutazione e autorizzazione che è richiesta dalla normativa, e rappresenta uno degli obiettivi prioritari dell’Agenzia». Dai testi saranno in ogni caso cancellate tutte le informazioni commerciali a carattere riservato. I documenti saranno presenti nella sottosezione dedicata del portale istituzionale dell’AIFA (andando nell’Area registrazione, Sezione Procedura nazionale – AIC, Public Assessment Report AIC nazionali).
«Per i medicinali autorizzati a partire dal 2015 – prosegue Anna Rosa Marra – saranno pubblicate, secondo i formati predisposti a livello europeo, le Relazioni complete; per quelli autorizzati negli anni precedenti, saranno presenti, per il momento, solo i riassunti delle relazioni stesse». «Con la pubblicazione della PAR di un medicinale generico – aggiunge Alessandra Dell’Utri, coordinatrice delle attività afferenti alle AIC nazionali – sarà pubblicato anche il riassunto della Relazione del relativo medicinale di riferimento, in quanto nella PAR del medicinale generico si rimanda, per molti aspetti, a quanto autorizzato per il farmaco di riferimento ed è corretto che l’utente possa avere a disposizione tutte le informazioni necessarie».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.