rapine in farmaciaPiù tutela e maggiore sicurezza. È questo che chiedono i farmacisti della provincia di Savona di fronte ai furti e alle rapine che si sono susseguiti nel corso degli ultimi mesi. Dopo uno degli ultimi episodi, verificatosi alla farmacia «Fascie» di Lavagnola lo scorso aprile, Federfarma Savona ha chiesto di proteggere i titolari di farmacia con nuovi sistemi informatici e di videosorveglianza.
Secondo quanto riferito dal quotidiano La Stampa, il presidente della federazione savonese Aldo Gallo ha spiegato che, qualora la rapina di Lavagnola non si rivelasse un caso isolato, «occorrerà parlare di emergenza». Per questo l’associazione di categoria ha avanzato la proposta di «collegare le telecamere a circuito chiuso delle farmacie ad un unico server». Un’ipotesi giudicata «l’unica soluzione concreta al problema», dal momento che «quando un rapinatore seriale inizia a svaligiare le farmacie, ognuno si muove autonomamente, facendo installare dispositivi antifurto. Ma non basta, bisogna creare un’unica regia di controlli». In alternativa, ha aggiunto Gallo, «ci accorderemo per aumentare la tutela e i controlli delle guardie giurate».
Tuttavia, la questione non è di facile soluzione: in caso di rapina non è facile né allertare le forze dell’ordine, né le guardie giurate. Nel caso della farmacie delle Fascie, tra l’altro, quest’ultima si trova a poca distanza da una caserma dei carabinieri: fatto che, evidentemente, non ha costituito un deterrente.
Non a caso, secondo i dati dell’ultimo Rapporto sulla criminalità predatoria curato dall’Ossif (l’Osservatorio intersettoriale sulla sicurezza), riferiti al 2013, le rapine ai danni di titolari di farmacie sono cresciute del 9,9% rispetto all’anno precedente. Un fattore ancor più preoccupante se si tiene conto che, nello stesso periodo, gli attacchi registrati complessivamente dalle forze dell’ordine – dunque non soltanto alle farmacie – sono cresciuti solamente del 2,6%.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.