Federfarma, tramite Promofarma, ha negoziato con un operatore una proposta per un pacchetto di servizi dedicato alla gestione informatizzata dell’anamnesi e del consenso informato preliminari alla somministrazione di vaccini, tamponi o altri servizi erogati dalla farmacia. La Federazione ha evidenziato che «ha negoziato, con un operatore del settore di primaria importanza, una proposta per la gestione informatizzata dell’anamnesi e del consenso informato nelle vaccinazioni ovvero per l’acquisizione del consenso informato nella somministrazione di tamponi o altri servizi in farmacia. Le associazioni provinciali sono invitate a raccogliere e trasmettere a Promofarma entro l’11 febbraio 2022 le eventuali manifestazioni di interesse nei confronti dell’iniziativa da parte delle farmacie». La proposta prevede una soglia minima di 300 adesioni a livello nazionale e un contratto di almeno 12 mesi.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Cosa include il pacchetto

Il pacchetto negoziato da Federfarma prevede, per ogni postazione informatizzata dedicata all’acquisizione del consenso, un tablet per raccogliere la firma digitale, la sua configurazione per la firma grafometrica, l’infrastruttura cloud centralizzata per gestire documenti e processi richiamabili dall’applicazione, il manuale utente con le istruzioni per la connessione e le funzioni del dispositivo. Il servizio prevede inoltre la conservazione della documentazione a norma e l’assistenza dedicata. A questo proposito, la circolare di Federfarma specifica che «sarà disponibile un servizio di assistenza specialistica, attivata tramite help desk di primo livello, via web (con sistema di trouble ticketing) o via e-mail (lunedì-domenica 08:00-22:00), oppure un servizio di assistenza specialistica sul software, attivata tramite help desk di secondo livello, via web (con sistema di trouble ticketing) o via e-mail (lunedì-venerdì 9:30-13:30/14:30-18:30). Oltre alla gestione dell’anamnesi e del consenso informato ai vaccini, il pacchetto include ogni processo analogo per tipologia di dati raccolti (anamnesi) e acquisizione consenso al trattamento e all’informativa privacy (come tamponi, test sierologici, servizi di telemedicina, etc.)».

Funzioni e costi del sistema

Il sistema informatico incluso nel pacchetto permette al farmacista di registrare il documento del cittadino, tramite la scansione della carta d’identità, del passaporto o della patente. Viene poi effettuata la raccolta dei dati relativi al triage e all’anamnesi con la compilazione della scheda di valutazione di idoneità/inidoneità e, al termine di questi passaggi, il sistema mostra il documento di consenso e vengono richieste le firme grafometriche del cittadino. Infine i documenti vengono inviati automaticamente al sistema di conservazione a norma. Il costo del pacchetto consiste in un canone annuo di 1.200 euro per un lotto di 3.000 documenti (firmati e conservati). Ogni ulteriore lotto di 3.000 documenti avrà un costo pari a 300 euro, comprensivo di tablet, servizio assistenza tecnica danno accidentale, cover e vetrino. «Tali importi – specifica Federfarma – saranno suddivisi in due tranche di pagamento di cui, per il primo anno il 50% alla sottoscrizione (iscrizione sul sito Federfarma e gestione su piattaforma fornitore) e il 50% con canoni trimestrali posticipati del valore di 150 euro. Per il secondo anno, canoni trimestrali posticipati del valore di 200 euro».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.