«I servizi aggiuntivi di maggior rilievo sono senza dubbio l’estensione e il rafforzamento della consegna a domicilio di farmaci e dispositivi, ma anche la stampa in farmacia dei promemoria delle ricette dematerializzate, senza la necessità, quindi, di recarsi di persona dal medico di famiglia. Si aggiungono al contempo alcuni consigli: sono semplici regole di cautela e di buonsenso che però, se osservate da tutti, possono rendere più efficiente e anche sicura, dal punto di vista dell’abbattimento dei rischi di contagio, la fruizione dei servizi resi dalle farmacie». Sono le parole di Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, che descrive in che modo le farmacie lombarde sono impegnate sul territorio per il supporto alla comunità in seguito alla diffusione del contagio da coronavirus.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

La dirigente illustra le regole comportamentali da osservare in farmacia. Più nel dettaglio, «in farmacia chiediamo di rispettare le regole in modo da evitare possibili assembramenti, in modo che si rispettino le code, gli eventuali criteri di ingresso contingentato e la distanza di sicurezza. La situazione impone responsabilità da parte di ognuno per tutelare la salute di tutti: è importante continuare a rispettare le dieci regole di igiene e prevenzione diffuse sin dall’inizio dal ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità».

Sono diversi i servizi che le farmacie lombarde erogano in favore della popolazione, parte dei quali senza alcun onere aggiuntivo da parte del cittadino. Si tratta di consegna farmaci a domicilio, stampa ricetta elettronica, rinnovo piani terapeutici, autocertificazioni, erogazione di servizi in farmacia (questi erogabili solo in caso di urgenza e con le dovute protezioni) ed infine la consegna di materiale informativo. In merito a quest’ultimo punto Federfarma Lombardia specifica che «in ogni farmacia sarà possibile trovare il vademecum “Cosa fare in caso di dubbi”, che risponde ad alcune delle domande più comuni sul contagio da covid-19».

© Riproduzione riservata