Nella seduta del 7 febbraio 2022 la Regione Lombardia ha approvato la delibera con oggetto «Approvazione schema di accordo regionale con le farmacie per l’erogazione di strumenti, ausili e presidi per il controllo della glicemia per i pazienti diabetici». L’accordo, che entra in vigore il primo febbraio 2022 e scade il 31 gennaio 2027, vede l’Ats Bergamo quale ente capofila per il coordinamento della gestione logistico operativa e per la distribuzione dei dispositivi nelle altre Ats del territorio lombardo. La modalità di erogazione avverrà in Distribuzione per conto «in ragione della efficacia dimostrata dal sistema organizzativo di cui, da ultimo, alla deliberazione n. XI/1445/2019 che, ricorrendo alla erogazione indiretta attraverso il servizio farmaceutico, garantisce sia risparmi di spesa per gli operatori interessati (evitando spese di attivazione su sistemi alternativi e non collegati a quello regionale) che capillarità distributiva sul territorio».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Tariffe per la distribuzione dei presidi

Il tariffario per la distribuzione prevede un rimborso di € 0,050 per ogni striscia reattiva per glicosuria, chetonuria e glicosuria e chetonuria, € 0,050 per ogni siringa monouso per insulina, € 0,050 per ogni ago per penna insulinica, € 0,060 per ogni lancetta pungidito, € 0,100 per ogni striscia reattiva di rilevazione della glicemia nel sangue (€ 0,110 nel caso di farmacia disagiata). A partire dal 1 marzo 2022 l’importo rimborsato per l’erogazione di dispositivi e glucometri passa da € 1,30, in vigore dal primo febbraio, a € 0,100. In particolare, € 0,100 per ogni erogazione di dispositivo di sparo per il prelievo di sangue capillare (€ 0,110 nel caso di farmacia disagiata), e € 0,100 per ogni glucometro erogato al paziente (€ 0,110 nel caso di farmacia disagiata). L’accordo prevede un rimborso, erogato a ogni farmacia, per adeguamento hardware e software del posto di lavoro pari a € 600 per il 2022, € 600 per il 2023 e € 535 per il 2024.

Modalità di liquidazione delle competenze

La liquidazione competenze, prevede che «le farmacie dovranno presentare copia dei moduli-ricevuta dei prodotti erogati o altri documenti o flussi di dati elettronici concordati tra le Parti, unitamente alle ricette SSR, di cui al DPR 371/98, spedite nel mese e conteggiate nella relativa Distinta Contabile Riepilogativa, previa emissione e invio delle eventuali fatture da parte della singola farmacia. La liquidazione da parte ogni ATS avverrà contestualmente nei termini di cui al DPR 371/98, con mandato unico a Federfarma Lombardia (solo per le farmacie private e pubbliche che abbiano dato ad essa delega all’incasso del Ssn)».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.