«A integrazione e aggiornamento delle precedenti comunicazioni in materia, si segnala che, a seguito di verifiche effettuate presso l’Agenzia della coesione territoriale, si è potuto appurare che taluni ritardi nell’erogazione dei contributi a favore delle farmacie (le cui domande di accesso ai finanziamenti previsti dall’Avviso in oggetto sono state accolte) saranno presto assorbiti dalla emissione degli ulteriori decreti di finanziamento in tempi stimabili tra i 15 e i 20 giorni». È quanto si legge in una nota di Federfarma.

[Se non vuoi perdere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

I passi che portano allo svincolo della polizza fideiussoria

Nella stessa circolare il sindacato di categoria ha riferito che «quanto comunicato dall’Agenzia in merito allo svincolo delle polizze fideiussorie e alle richieste in tal senso pervenute anche da parte di farmacie che non hanno ancora ottenuto il contributo, sebbene le relative attività progettuali risultino concluse. A tale proposito, l’Agenzia ha comunicato che è in corso la verifica dei rendiconti trasmessi dalle farmacie che hanno ottenuto il contributo. Soltanto all’esito positivo di tale controllo si potrà procedere con lo “svincolo” della relativa polizza fideiussoria». Federfarma ha poi sintetizzato i passi che portano allo svincolo della polizza, tra cui ammissione al finanziamento, concessione del contributo (Decreto di liquidazione), conclusione delle attività progettuali, trasmissione all’Agenzia per la coesione territoriale dei documenti inerenti alla rendicontazione, controllo da parte dell’Agenzia stessa, svincolo della polizza, se l’esito del controllo è positivo.

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.