pec-farmacieIl c.d. “Decreto Crescita-bis” (D.L. 179/12 convertito in L. 221/2012) ha esteso anche alle imprese individuali (e quindi anche alle farmacie così condotte in tale forma) l’obbligo di dotarsi di una casella di posta certificata e di comunicarne l’indirizzo alla competente CCIAA.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Le imprese già iscritte dovranno adeguarsi entro il 30/06/2013; quelle non ancora iscritte saranno tenute ad effettuare la comunicazione in sede di iscrizione, al pari, per intenderci, delle società.
Tuttavia, la comunicazione della PEC – o quella di variazione della stessa – è esente dal pagamento dei diritti di segreteria.

Come è stato per le società, anche per le farmacie gestite in forma di imprese individuali le associazioni di categoria si stanno organizzando per assistere i loro aderenti (peraltro già tutti generalmente in possesso della Pec) per tale ennesimo adempimento che comunque era assolutamente doveroso (essendo anzi apparsa sin dall’inizio inspiegabile questa partenza a doppia velocità della Pec…) e che in ogni caso costituisce senz’altro un passo ulteriore verso la migliore informatizzazione dei rapporti cittadino/pubblica amministrazione.

(tullio anastasi)

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.