«Nella splendida cornice del Foro Romano si è svolta ieri la Festa della Professione per celebrare i valori professionali e ringraziare che in 50 anni li ha onorati a tutela del bene esistenziale più prezioso: la salute. L’incontro, a cui hanno partecipato i laureati del 1970 e del 1971 si è svolto in presenza, con un contingentamento dei partecipanti nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti – covid». È quanto si legge in una nota dell’Ordine dei farmacisti di Roma, il quale ha reso noto che «dopo la celebrazione della S. Messa officiata da Mons. Victor Marquez, farmacista e cappellano del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico Universitas Aromatorium Urbis, il Dott, Emilio Croce, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, ha sottolineato l’utilità dell’incontro per risaldare i vincoli di colleganza all’interno della nostra comunità professionale ,indispensabili per una riflessione collegiale sulla professione, che sulla spinta dell’emergenza pandemica ha accelerato il suo percorso di trasformazione in direzione dei servizi sanitari di prossimità».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Servizi al cittadino e Farmacia dei servizi

In tale direzione, Croce ha evidenziato che «nell’ottica dei servizi al cittadino ha concluso il Presidente dell’Ordine, la farmacia dovrà riprendere la sua vocazione originaria cioè quella del farmaco, in sintonia con la nota di aggiornamento del documento di economia e finanza di recente approvata dal Consiglio dei Ministri. Il documento della NADEF si conclude con il rafforzamento del sistema sanitario nazionale della prossima legge di Bilancio 2022 – 2024, al fine di migliorare l’accesso alle cure e incoraggiare la prevenzione. L’auspicio – prosegue Croce – è che la legge 405 del 2001 possa essere rivisitata al fine di favorire la prevenzione, l’approccio all’aderenza alla terapia e l’accesso alle cure. In tal modo la farmacia dei servizi riuscirà finalmente a decollare, in considerazione del ruolo indispensabile di presidio sanitario sul territorio di primo e agevole accesso alla domanda sanitaria dei cittadini svolta dalle farmacie nel nostro Paese».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.