OrablocL’anestetico dentale Orabloc, che è uno dei principali prodotti commercializzati dalla società italiana Pierrel S.p.A., ha raggiunto nello scorso mese di ottobre del 2013 il record di vendite nel Nord America, ovverosia in Canada e negli Stati Uniti. In particolare, è stato raggiunto il record di vendite mese su mese con una crescita del 20% a ottobre rispetto a settembre 2013.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Le vendite in forte crescita per l’anestetico dentale Orabloc sono frutto dell’efficienza produttiva raggiunta dallo stabilimento di Capua unitamente ad investimenti che sono stati pianificati non solo per ottimizzare la distribuzione, ma anche per la formazione degli specialisti del comparto.

Orabloc, tra l’altro, è stato recentemente considerato il “Best Product 2013” da parte di “Dental Product Shopper”, noto magazine a stelle e strisce che si occupa delle ultime novità in materia di dental care e di prodotti per gli odontoiatri.

Per la produzione dell’anestetico dentale Orabloc il Gruppo Pierrel S.p.A. può far leva su innovazioni di processo, nell’ambito dell’intero ciclo, che permettono di mantenere intatta tutta l’efficacia di tutti i principi attivi del farmaco.

In particolare, secondo quanto messo in risalto dal direttore di stabilimento della Pierrel S.p.A., dott. Toni Valente, Orabloc viene prodotto su linea automatizzata ed in regime di totale asepsi dall’inizio alla fine del ciclo, mentre altri produttori di anestetici dentali sottopongono il prodotto a temperature elevate portando il farmaco, di conseguenza, a perdere efficacia per quel che riguarda alcuni dei principi attivi presenti.

Chi è Pierrel S.p.A.

Quotato in Borsa a Piazza Affari, sul Mercato Telematico Azionario (MTA) organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., il Gruppo Pierrel S.p.A. opera nel campo della ricerca, dello sviluppo e della produzione di medicinali. La società ha a Milano la sede legale ed operativa mentre nei pressi di Napoli, a Capua, c’è lo stabilimento produttivo autorizzato a produrre  farmaci ad uso iniettabile realizzati in regime di asepsi.

Nel dettaglio lo stabilimento di Capua, in Provincia di Caserta, presenta la seguente capacità produttiva: ben 42 milioni di fiale all’anno in forza ad una capacità che è distribuita su due turni; 4 milioni di flaconi all’anno, e ben 5 milioni di flaconi in vetro per le gocce, i liquidi e lo spray.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.