Il ruolo del farmacista che cambia, alla luce delle numerose , ha esortato la Federazione internazionale farmaceutica (Fip) alla discesa in campo per supportare i farmacisti nell’erogazione dei servizi di nutrizione e di gestione del peso, visto anche il ruolo cruciale svolto dai professionisti sanitari sul territorio. «C’è un urgente bisogno – ha spiegato la Fip – che l’intera forza lavoro sanitaria sia coinvolta negli sforzi per migliorare la dieta e l’attività fisica tra le popolazioni», rilasciando il documento “Servizi di nutrizione e gestione del peso: Un toolkit per i farmacisti” per supportare la professione in questa impresa. «Per supportare i farmacisti nella fornitura di servizi nutrizionali e di gestione del peso – ha precisato la Fip – , il nuovo toolkit FIP ​​spiega gli impatti della nutrizione in una serie di malattie non trasmissibili e trasmissibili, descrive l’integrazione con micronutrienti e strategie di gestione del peso (incluso farmacologico) e presenta interventi del farmacista come formazione e assistenza sanitaria».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

I farmacisti nella prevenzione delle diete povere

«Le diete povere – ha affermato Gonçalo Sousa Pinto, responsabile FIP per lo sviluppo e la trasformazione della pratica – sono responsabili di più morti di qualsiasi altro fattore di rischio comportamentale, incluso il fumo di tabacco, e si potrebbero prevenire fino a cinque milioni di morti all’anno se le popolazioni fossero più attive fisicamente». Sebbene formati principalmente per promuovere la salute attraverso mezzi farmacologici, «i farmacisti – prosegue il dirigente – sono nella posizione ideale per aiutare le persone a migliorare la loro alimentazione e gestire il loro peso perché la loro facile e frequente accessibilità significa che possono essere a disposizione per aiutare le persone a mantenere i cambiamenti dello stile di vita, che è qualcosa che le persone spesso trovare più difficile».

L’impatto dei farmacisti sulla salute

Secondo Ingrid Gelissen, un collaboratore del rapporto presso Sydney School of Pharmacy, Facoltà di Medicina e Salute, Australia, «i farmacisti hanno l’opportunità di avere un impatto ancora maggiore sulla salute delle loro comunità coinvolgendo la nutrizione e la gestione del peso come una componente vitale del loro approccio alla cura del paziente. Questo toolkit mira a fornire supporto e guida ai farmacisti per essere proattivi nell’avere conversazioni su dieta e peso con i loro pazienti, e incoraggiamo più professionisti ad adottare questi servizi».

© Riproduzione riservata



Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.