«Dare voce e potere ai pazienti che non riescono a reperire la cannabis terapeutica per le proprie cure mediche», mediante la raccolta in un database anonimo ed aggiornato in tempo reale delle segnalazioni provenienti da coloro che non trovano la cannabis prescritta dal proprio medico curante. È il principale obiettivo della nuova piattaforma “Monitorcannabis.it”, che ha come utilizzatori finali i pazienti sul territorio. A darne notizia sono gli stessi creatori del servizio, i quali rendono noto che la piattaforma «permette l’invio diretto della segnalazione di tale carenza al Ministero della Salute per assicurare al malato il diritto di interfacciarsi con le Istituzioni in modo semplice e diretto».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

«In Italia – si legge in una nota dell’organizzazione – dal 2013 è ritenuto legale l’uso della cannabis ad uso terapeutico, che può essere dunque prescritta ai pazienti da qualsiasi medico che la ritenga la cura più adatta per determinate patologie». Tuttavia «da quel momento sono nati i problemi che riguardano il rifornimento di cannabis terapeutica presso le farmacie italiane. Per dare voce e aiuto concreto ai pazienti che non riescono a reperire in Italia la cannabis medica nasce Monitorcannabis.it, piattaforma di monitoraggio della situazione distributiva e di approvvigionamento in Italia di cannabis terapeutica».

Quanto al funzionamento, «accedendo al sito Monitorcannabis.it è possibile visualizzare quali varietà di cannabis terapeutica sono difficili da reperire per ogni singola regione e se c’è discontinuità nella fornitura, con l’obiettivo di avere un’istantanea sempre aggiornata della situazione in Italia. Ogni singolo paziente può contribuire a questo progetto inviando le proprie segnalazioni per tenere sempre aggiornata la mappa dell’approvvigionamento di cannabis terapeutica in Italia».

Soddisfatto dell’iniziativa Marco Ternelli, farmacista esperto in galenica e ideatore del servizio, il quale evidenzia che «come farmacista galenico, che produce nella propria farmacia i preparati medicinali, mi sono accorto delle difficoltà che incontravano i pazienti nel reperire il quantitativo e la varietà giusta di Cannabis Terapeutica, secondo le prescrizioni del medico. Per questo motivo ho deciso di creare un portale che potesse dar voce e aiuto a tutti i pazienti che non riescono ad avere accesso le proprie cure con continuità e sicurezza. Su Monitorcannabis.it è possibile segnalare la carenza di cannabis in qualsiasi regione e provincia italiana, segnalazioni che poi saranno inviate, previo consenso del paziente, direttamente in forma anonima al Ministero della Salute, per dare il diritto al malato di interfacciarsi rapidamente con le istituzioni, ed evidenziare numeri alla mano, i problemi di rifornimento esistenti su tutto il territorio nazionale».

© Riproduzione riservata