expertaExperta è la farmacia che ti ascolta, un nuovo format ideato da UniNetFarma, società nata dalla sinergia di Unifarma, FarmaUniti e Farmacie Comunali di Torino. Il progetto è partito proprio dal Piemonte e la presentazione, già trattata da FarmaciaVirtuale.it, è avvenuta nei giorni scorsi. Experta rappresenta un format fisico e digitale di farmacie indipendenti che costituiscono un punto di dispensazione di farmaci e prodotti per la salute, nonché un vero e proprio presidio sanitario sul territorio, che si avvale di un team di professionisti e di strumenti propri dell’healthcare retail e di soluzioni digitali, fondandosi su principi di pharmaceutical care. Qui, il cliente/paziente può trovare esperti che prendano in carico tutte le sue esigenze di salute e benessere.
Al centro, il binomio fondamentale farmaco-farmacia e la figura del paziente, con i suoi bisogni. Tra i servizio offerti da Experta, troviamo dall’infermiere a domicilio al controllo dell’aderenza alla terapia. Le sei farmacie pilota con cui è partito il progetto si trovano a Torino e provincia, e in provincia di Cuneo, ma si guarda già al futuro e l’obiettivo è raggiungere quota 300 entro il 2018. Secondo Erika Mallarini, docente di Healthcare Management in SDA Bocconi e consulente in Focus Management, società incaricata di definire il concept, Experta rappresenta «un’innovazione non solo per le farmacie, ma per gli imprenditori del retail in genere. Le farmacie Experta – sottolinea Mallarini – sono le prime in Italia a essere unite in un contratto di rete soggetto, un istituto innovativo nella nostra giurisdizione che prevede un modello di collaborazione tra imprese, che consente a queste, pur mantenendo la propria indipendenza, di realizzare progetti e obiettivi condivisi».
L’amministratore delegato di UninetFarma Marco Cossolo ha invece definito Experta uno «strumento utile a salvaguardare il sistema farmacia, in ragione del DDL Concorrenza, che prevede l’entrata dei capitali in farmacia e che porterà anche nel nostro Paese le catene multinazionali. Il contratto di rete Experta – spiega Cossolo – è uno strumento che mantiene le farmacie indipendenti, ma che consente loro di sfruttare le sinergie derivanti dal fatto di far parte di un gruppo per fornire un migliore servizio al paziente e alle Istituzioni Sanitarie». Insieme a Experta, prenderà il via anche Carepy, la start up che a novembre verrà premiata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e che è parte integrante della rete ideata da UniNetFarma. Si tratta di una App gratuita per smartphone e tablet che ha lo scopo di migliorare la qualità della vita dei malati e di chi li assiste, ricordando ad esempio all’utente quando assumere i medicinali, la scadenza dei propri farmaci e delle confezioni già esaurite o in fase di esaurimento. La App, attraverso il collegamento con la farmacia, crea un canale diretto con i clienti: non solo, coinvolgendo anche il medico curante, permette un’aderenza terapeutica fedele alle prescrizioni.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.