abbott“Una salute migliore per un mondo migliore”. È questo l’obiettivo di Mylan, azienda farmaceutica che, passo dopo passo, si è fatta conoscere nei vari continenti della terra. Il puzzle verso l’affermazione in tutto il globo ha ormai un nuovo tassello. Fonti dirette dell’azienda, infatti, comunicano che è stato completato il processo di acquisizione di Abbott, società farmaceutica operante nel settore della ricerca, della produzione e della commercializzazione di farmaci. La novità riguarda tutti i mercati a economia matura, fatta eccezione per quelli degli Stati Uniti. Si realizza così un progetto che ha dato primi segnali già nella scorsa estate con la stipula di un accordo, tra Mylan e Abbott appunto, incentrato sui farmaci equivalenti a marchio.
Dal West Virginia all’intero pianeta, quindi. L’azienda Mylan, nata nel 1966 a Morgantown, sta continuando un percorso iniziato nel 2007, quando, attraverso diverse operazioni di mercato, si è imposta come azienda globale.
I numeri crescono. Grazie alla nuova acquisizione, infatti, l’azienda, specializzata nella produzione e nella promozione di farmaci generici, può oggi parlare di 1400 prodotti, finalizzati ai più svariati tipi di terapie e di dosaggi, e di una forza lavoro che, con le sue trentamila unità, riesce ad arrivare in 145 paesi.
La volontà è quella di continuare a investire nell’attuale business, nel segno di “una salute migliore per un mondo migliore”.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

© Riproduzione riservata