Mese del farmacistaLa catena di farmacie degli Stati Uniti Walgreens ha deciso di festeggiare il “Mese del farmacista americano” ponendo l’accento sul ruolo sempre più importante che tale professionista ricopre nel garantire ai pazienti le cure di cui hanno bisogno. «In quanto farmacista, ho toccato con mano in prima persona in che modo la nostra funzione sia evoluta e come sia oggi sempre più meritevole di gratitudine e rispetto» da parte dei cittadini, ha spiegato Richard Ashworth, president of operations del gruppo americano.

«I nostri farmacisti (sono circa 28.000 quelli affiliati alla catena negli Usa) – ha aggiunto il dirigente – forniscono una vasta serie di servizi sanitari e garantiscono ai pazienti consulenze e supporto. Per milioni di americani, i professionisti di Walgreens rappresentano un punto di riferimento essenziale al fine di curare la propria salute e la qualità della propria vita». L’azienda ha inoltre fatto sapere di «sostenere lo sviluppo del ruolo del farmacista attraverso l’introduzione di numerosi strumenti che consentono ai nostri professionisti di offrire un supporto il più possibile personalizzato e di alto livello alla clientela. Uno di questi è il Patient Care Portal».

Esso consente di stilare delle priorità nella presa in carico dei pazienti e di garantire ad essi un approccio individuale su questioni come la mancata aderenza alle terapie o l’insorgenza di effetti collaterali. All’inizio di ottobre, Walgreens ha annunciato un’altra importante evoluzione dei propri servizi offerti negli Usa. Grazie ad un accordo raggiunto con la Kroger Co., storica catena di negozi al dettaglio con 2.800 punti vendita sul territorio statunitense, verrà avviato un progetto pilota: esso consentirà agli utenti di poter effettuare i loro acquisti online e di ritirarli in 13 farmacie Walgreens presenti nello Stato del Kentucky. Inoltre, molti prodotti a marchio Kroger potranno essere venduti direttamente nelle farmacie Walgreens.

© Riproduzione riservata