farmacieAnche le farmacie dell’hinterland milanese si preparano all’Expo. Lo faranno potenziando i servizi offerti e la presenza, con l’obiettivo di fare la propria parte per garantire la migliore assistenza sanitaria possibile ai visitatori dell’Esposizione Universale. A riferirlo è questa mattina il quotidiano Il Giorno, che spiega come la decisione sia stata presa dopo una riunione tenuta nella serata di lunedì a Rho, alla quale hanno partecipato il vicepresidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia Mario Mantovani, la presidente di Federfarma Annarosa Racca, il direttore generale dell’Azienda sanitaria locale Milano 1 Giorgio Scivoletto e uno dei responsabili degli Affari istituzionali di Expo.
Al fine di potenziare le strutture sanitarie in vista della kermesse, sono già stati stanziati 4 milioni di euro di fondi regionali. Tuttavia, ha spiegato Mantovani, «anche le farmacie saranno un importante punto di informazione sul territorio, utile per indicare ai visitatori i luoghi sanitari milanesi e regionali». Tenendo in considerazione il fatto che per l’Expo arriveranno persone da tutto il mondo, cruciale sarà anche, ha aggiunto l’assessore, «il lavoro di traduzione dei farmaci nelle varie lingue elaborato da Federfarma e dalla stessa Regione». I titolari di farmacie, inoltre, avranno a disposizione due software: uno per rintracciare i nomi dei farmaci in commercio in altri Paesi, un altro per stampare le indicazioni tradotte in 15 lingue.
Al contempo, la Asl di Milano 1 ha lanciato una App che consentirà di consultare in tempo reale orari e turni delle farmacie, localizzando la più vicina.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.