liberalizzazione orari farmacieLa liberalizzazione orari farmacie nel territorio del comune di Grosseto deve essere sospesa. A deciderlo è stato il Tar di Firenze che ha così accolto un ricorso presentato da otto titolari: Fausto Malinverno, Andrea Severi, Cecilia Severi, Marcello Dionisio, Rita Ruggeri, Chiara Concialini Pinelli, Giancarlo Petrucci, Luca Mencarelli.
I farmacisti avevano puntato il dito contro un’ordinanza emessa nello scorso mese di gennaio dal sindaco Emilio Bonifazi, che puntava a rivedere orari e turni. Essa era stata pubblicata dopo due consultazioni tenute tra il comune, le associazioni di categoria, l’Ordine provinciale dei farmacisti e l’unità operativa della Asl. Il primo cittadino aveva deciso di far decadere due vecchie ordinanze, risalenti rispettivamente al 2009 e al 2011, e di emanarne una nuova che lascia sostanziale libertà ai farmacisti di decidere quali orari di apertura scegliere: «Gli unici obblighi previsti dalla nuova disciplina – specifica il giornale toscano – sono che le farmacie di città devono rimanere aperte almeno 40 ore a settimana, divise in almeno in cinque giorni, mentre quelle rurali devono farlo per almeno trentasei ore».
I giudici amministrativi da un lato hanno ritenuto che tale atto – che di fatto costituisce una deregolamentazione – avrebbe dovuto essere seguito da una serie di provvedimenti capaci di garantire una «effettiva prosecuzione» di tale processo. Dall’altro, hanno ravvisato un «danno grave e irreparabile», in considerazione della «sostanziale difficoltà di impostare un servizio farmaceutico efficiente e rispondente ai bisogni della collettività». La scelta libera degli orari di apertura, insomma, rischia secondo la corte di nuocere alle necessità dei cittadini. Il Tar ha poi rinviato al 3 dicembre la discussione nel merito.
Una decisione giudicata «sorprendente» dal sindaco Bonifazi, secondo il quale «molti farmacisti ci avevano espresso la volontà di stare aperti. Con l’ordinanza abbiamo dato questa possibilità a tutti. Non faremo certo ricorso contro la sospensiva, ma organizzeremo al più presto un nuovo incontro per capire quali sono le nuove esigenze dei titolari».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.