nuova remunerazione farmacieSi terrà nella giornata di sabato 18 marzo a Milano un convegno organizzato da Assofarm nell’ambito di FarmacistaPiù 2017. La conferenza – intitolata “La remunerazione della farmacia. Finalmente una nuova proposta legata al ruolo professionale” – è prevista a partire dalle ore 9.15 presso il MiCo (Ingresso GATE 14, in via Gattamelata 5). La giornata si aprirà con i saluti di Andrea Mandelli, presidente della Fofi, e di Giuseppe Viola, direttore generale Confservizi Cispel Lombardia, mentre un’introduzione al tema sarà affidata a Venanzio Gizzi, presidente di Assofarm e dell’Unione Europea delle Farmacie Sociali. Quindi interverranno Emidia Vagnoni, docente ordinario presso il dipartimento di Economia e Management dell’università di Ferrara; Franco Gariboldi Muschietti, presidente di FarmacieUnite; Loredano Giorni, responsabile Assistenza farmaceutica, integrativa e protesica della Regione Piemonte; Nello Martini, direttore generale di Drugs & Health srl; Antonello Mirone, presidente di Federfarma Servizi; Angelo Testa, presidente di SNAMI e Claudio Vincelli, comandante del Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute. Modererà invece Francesco Schito, segretario generale di Assofarm, mentre a partecipare saranno anche i rappresentanti delle Farmacie Europee di Belgio, Francia e Svizzera. «Si tratterà – spiegano gli organizzatori – di uno spazio di confronto tra esperti che di recente non hanno risparmiato spunti innovativi, prese di posizione e impegni realmente riformatori per il nostro settore. La professoressa Emidia Vagnoni da diversi mesi coordina con entusiasmo il gruppo tecnico promosso da Assofarm sulla nuova remunerazione. Il dottor Nello Martini, già direttore di Aifa, ha più volte messo in dubbio la strategicità della farmacia nel riordino del sistema sanitario territoriale. La complessità dei rapporti tra farmacie e Regioni sarà certamente al centro dell’intervento del responsabile dell’assistenza farmaceutica piemontese Loredano Giorni, che recentemente ha dichiarato la necessità di “fare il tagliando” alla legge 405 del 2001. Al tempo stesso, però, il Presidente di FarmacieUnite, Franco Gariboldi Muschetti e il presidente di Federfarma Servizi, Antonello Mirone dimostrano la volontà di protagonismo delle farmacie italiane. Protagonismo concretizzato anche dallo sviluppo di nuove sinergie tra farmacie pubbliche, private e medici di base, testimoniate dalla presenza del presidente dello Snami Angelo Testa».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.