Vittoria Ganassini, responsabile Csr di Istituto Ganassini

Istituto Ganassini, storico gruppo operante nell’area dermocosmetica, ha reso noto di aver aggiornato il proprio statuto diventando società benefit. L’azienda spiega che è «un passaggio formale importante e fondamentale che sancisce a livello legale quello che è da sempre l’impegno dell’azienda italiana: perseguire un modello di business più sostenibile e in grado di generare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente». Sono tre le aree di interesse legate alla concretizzazione di tale obiettivo: ricerca e sviluppo, tutela dell’ambiente e della biodiversità e responsabilità sociale.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

L’impegno nel sociale di Istituto Ganassini

Ultima in ordine cronologico, la partnership tra Istituto Ganassini e Marevivo «per ripulire le spiagge italiane», o anche «le borse di studio che l’Istituto finanzia per la ricerca scientifica accademica in atto da anni con l’Università degli Studi di Milano e l’Università di Ferrara» e «il progetto con Fondazione Ant di diagnosi precoce del Melanoma». A questo si aggiunge anche il miglioramento costante degli standard produttivi: «I prodotti di Istituto Ganassini sono da sempre sinonimo di qualità e di innovazione oltre che di sostenibilità grazie alla verifica di tutta la supply chain. Tutti i fornitori sono selezionati per assicurare efficacia, sicurezza e rispetto per l’ambiente. I prodotti contengono alte percentuali di ingredienti di origine naturale e biologica, scegliendo fornitori virtuosi nei confronti del pianeta, sostenendo le piccole produzioni locali dei presìdi grazie al supporto alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus».

«Ci impegniamo a essere impresa sostenibile ed etica»

Vittoria Ganassini, responsabile Csr di Istituto Ganassini, evidenzia come «ci impegniamo da sempre a essere un’impresa sostenibile ed etica, consapevoli della responsabilità delle nostre azioni nel contesto in cui operiamo. Per la nostra azienda diventare società benefit è stata un’evoluzione naturale, un modo per riaffermare gli obiettivi ambiziosi che ci siamo posti negli ultimi anni per la riduzione dell’impatto dei processi produttivi sia sulle persone che sull’ambiente e sul territorio. Siamo convinti che un’impresa non possa essere fine a se stessa, ma debba generare un impatto positivo su tutto ciò che la circonda. Da questa riflessione sono nati il codice etico, il bilancio di sostenibilità e la volontà di diventare una società benefit».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.