Le infezioni del tratto respiratorio superiore sono molto diffuse tra la popolazione, che chiede spesso il consiglio del farmacista per un primo approccio terapeutico. Per tale motivo, l’International pharmaceutical federation (Fip) ha realizzato un manuale, in collaborazione con The Clean Breathing Institute, per rafforzare il ruolo della farmacia nel supportare i pazienti nella cura delle più comuni infezioni respiratorie. Per aiutare e guidare i cittadini affetti da disturbi influenzali o sinusiti, i farmacisti possono intervenire in diversi modi, fornendo consulenza sull’automedicazione e sull’uso di medicinali senza prescrizione medica. Il manuale ribadisce anche il ruolo dei professionisti della farmacia nel prevenire le infezioni e sostenere il benessere respiratorio, proponendo per esempio l’uso di mascherine, soluzioni per l’igiene nasale e una buona ventilazione degli spazi interni. Il farmacista, poi, è anche in grado di valutare i sintomi, indirizzare i pazienti nella cura più adeguata, anche attraverso un’educazione su temi come l’antibiotico-resistenza o le modalità per somministrare le formulazioni nasali.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Il lavoro del farmacista può sgravare il sistema sanitario

Un approccio professionale dei farmacisti nel guidare i pazienti verso le cure più adeguate in caso di infezioni del tratto respiratorio superiore può dare, secondo la Fip, un grande contributo nell’alleggerire i sistemi sanitari oberati, specie considerando il numero elevato di pazienti che ogni anno sviluppano forme influenzali lievi, come sottolinea Paul Sinclair, presidente del Board of pharmaceutical practice della Fip, che ha dichiarato: «Le infezioni del tratto respiratorio superiore sono motivi frequenti per cui i pazienti cercano consulenza sanitaria, con una stima di 17,2 miliardi di casi nel 2019. Con l’aumento della domanda di assistenza, abbiamo bisogno di un nuovo approccio che permetta alle persone di gestire la propria salute e il proprio benessere, contribuendo ad alleviare la pressione sui sistemi sanitari sovraccarichi. Questa nuova risorsa della Fip supporta i farmacisti nel fornire assistenza sanitaria di base per le infezioni del tratto respiratorio superiore e per offrire supporto all’automedicazione consapevole».

Ruolo vitale nel futuro dei sistemi sanitari in tutto il mondo

Il manuale della Fip è stato realizzato in collaborazione con il Clean breathing institute e Gsk consumer healthcare. Tess Player, responsabile globale expert and influence marketing di GSK, ha sottolineato il valore rilevante della farmacia nella gestione delle patologie respiratorie lievi. «I farmacisti di comunità sono sempre stati al centro dell’automedicazione e continueranno a svolgere un ruolo vitale nel futuro dei sistemi sanitari in tutto il mondo. Questo è il motivo per cui ci siamo impegnati a lungo termine per supportare i team delle farmacie con contenuti di valore che possono aiutarli nella loro pratica quotidiana, come questo manuale puntuale e informativo». Il testo si sofferma anche sulle nuove evidenze in merito alle malattie respiratorie emerse con la pandemia, che ha permesso di studiare nuove misure per prevenire questo tipo di patologie. «Il Covid-19 ha portato a ricerche più approfondite su come vengono trasmesse le infezioni respiratorie e sui modi migliori per mitigare i sintomi durante la loro gestione. Vogliamo portare tutte queste nuove conoscenze ai farmacisti di comunità, in modo che possano aiutare meglio i pazienti a gestire i sintomi di raffreddore, influenza e sinusite attraverso approcci di automedicazione» conclude la Player.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.