algoritmo di GoogleChe dottor Google possa sbagliare lo sanno tutti gli utenti più avveduti di Internet, che preferiscono rivolgersi a professionisti della salute in carne ed ossa. Tale convinzione non potrà che risultare rafforzata da un problema evidenziato da Maria Carrano, farmacista e fondatrice del portale Salutarmente.it, che ha puntato il dito contro la qualità dei risultati forniti dal motore di ricerca, soprattutto «in seguito all’ultimo aggiornamento dell’algoritmo».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Quest’ultimo, spiega la professionista, «ha danneggiato la qualità dei risultati nella ricerca delle parole-chiave “migliori farmacie online”, “miglior farmacia online” e “farmacia online”, dando rilevanza ai siti che vendono illegalmente farmaci dall’estero: farmaci per i quali in Italia vige una normativa molto chiara e severa e che invece ora possono essere acquistati con facilità sul web. Dal 1 agosto 2018, infatti, Google ha rilasciato un aggiornamento significativo chiamato “Medical Update” che ha completamente modificato i risultati delle ricerche per le frasi appena citate». A guadagnarci in termini di posizioni scalate sul web sono stati in particolare siti che vendono illecitamente specialità come Levitra, Viagra, Lasix e Cialis. «In base ai dati da me raccolti – precisa Carrano – le ricerche che ruotano attorno a tali farmaci sono davvero tante: circa 100mila persone ogni mese cercano su Google il nome di questi medicinali. Il pericolo è veramente significativo e sarebbe fondamentale che le autorità collaborassero con i vertici di Google Italia, provvedendo quanto prima alla rimozione di tali siti dal web». La farmacista ha inoltre ricordato che, ad esempio, «il principio attivo del Viagra, il sildenafil, è controindicato nei pazienti che presentano disfunzioni epatiche o renali e nelle persone che soffrono di malattie cardiovascolari».

Pertanto, è sempre bene fare attenzione a rivolgersi alle vere farmacie: «Esistono diverse caratteristiche che permettono di individuare una farmacia online affidabile, a cui affidarsi serenamente». Come la presenza di una pagina contenente «l’indirizzo fisico della farmacia o della parafarmacia, un numero di telefono fisso, la ragione sociale e la partita IVA». O la presenza del logo europeo di sicurezza imposto dal ministero della Salute alle farmacie e alle parafarmacie che hanno una rivendita online. O ancora l’esistenza di un servizio clienti, poiché «le farmacie online devono avere un canale di contatto diretto con i clienti».

© Riproduzione riservata