Eufarma è un network a diffusione nazionale che ha la finalità di fornire soluzioni ai bisogni delle farmacie indipendenti mediante una serie di servizi a valore aggiunto. Come noto, l’ingresso in una rete pone il titolare o gestore della farmacia di fronte a una serie di considerazioni preliminari basate sulla valutazione dei vantaggi che la futura adesione porterà alla farmacia. Alfonso Ascione, responsabile commerciale di Eufarma, spiega in un’intervista a FarmaciaVirtuale.it quale è, a suo avviso, il valore aggiunto derivante dall’ingresso in una rete come Eufarma, progetto che tiene particolarmente a cuore l’identità della singola farmacia indipendente che opera sul territorio. Per Ascione le variabili da considerare attengono a più versanti e riguardano aspetti pratici che la farmacia deve necessariamente tener conto, tra cui quello commerciale. In proposito Ascione sottolinea che Eufarma conferisce al titolare «la possibilità di avere un partner che possa dare al titolare la possibilità di ottenere condizioni speculative sul parafarmaco senza caricarsi e senza vincoli di acquisto ma con la possibilità di ragionare in ottica di partnership con la rete».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Progetto indipendente per farmacie indipendenti

Come può un progetto di rete per farmacie indipendenti restare indipendente? Ascione spiega che «una caratteristica che contraddistingue la rete Eufarma è che è del tutto indipendente. Altri progetti simili nascono da distributori intermedi del farmaco e “peccano” di una visione che non tenga conto degli interessi della farmacia ma del grossista. La farmacia in tal caso è vincolata commercialmente ed entrare in una rete potrebbe non essere la migliore soluzione per coloro che vogliono coltivarne appieno le opportunità commerciali». Il dirigente precisa che «nel caso di Eufarma il titolare può sfruttare le economie in maniera opportunistica sulle aree di effettiva convenienza commerciale. La farmacia non è vincolata». Stessa dinamica si osserva nei network di proprietà dell’industria, dove i titolari sono vincolati agli aspetti commerciali. In tal caso, secondo Ascione «il vincolo commerciale è ancora più forte e la farmacia potrebbe essere non in grado di esprimere una visione basata sulle peculiarità del bacino di utenza».

Esclusività e servizi per il territorio

Ascione accende i riflettori sul tema, noto ai titolari, dell’esclusività nell’area di riferimento. Secondo il dirigente «entrando in Eufarma il titolare può erogare servizi esclusivi sul territorio che siano commisurati», così «la farmacia non corre il rischio che i competitor sul territorio possano accedere alle stesse tipologie di servizi, cosa che accade puntualmente nel settore dove tutti i soggetti erogatori vendono servizi a tutte le farmacie, e le stesse farmacie si trovano poi sul territorio a fare tutte i medesimi servizi, senza riuscirsi a differenziare». Ascione fa notare che quando la farmacia accede alle utility di partner esterni, essi vengono erogati senza una visione di sistema. Ciò non accade in un progetto di rete come Eufarma, nel quale «non solo vi è una coerenza dal punto di vista della strategia, ma anche un modello operativo che preveda la perfetta integrazione di tutte le dinamiche, dentro e fuori la farmacia». Per Ascione «si crea in tal modo una sorta di “matrimonio” tra area logistica, organizzativa, comunicazione e marketing». Sul fronte dei costi, Ascione spiega che «accedere ai servizi di terzi impatta notevolmente rispetto all’acquistarli da un unico partner come Eufarma. I nostri servizi non solo danno alla farmacia valore aggiunto, ma consentono alla farmacia di acquistarli con l’economia di scala tipica del progetto di rete».

Personalizzazione dei canali fisici e digitali

Nell’ambito del rapporto tra titolare e rete, un fattore fondamentale è l’attenzione alle caratteristiche peculiari del territorio. Eufarma risponde a questo bisogno «consentendo alla farmacia di personalizzare le offerte, con la produzione di un volantino personalizzabile. Così come tutti i canali sono personalizzabili, sia stampa che digital». Per Ascione anche «la possibilità di arrivare direttamente agli utenti finali – cosa che il farmacista di per sé già fa nella propria consulenza sanitaria, ma che potrebbe fare meglio con l’utilizzo di mezzi digitali – è un altro aspetto importante da considerare, data la sempre maggiore necessità di strumenti che consentano al titolare di avere un canale diretto con i pazienti del territorio di riferimento».

Chi è Eufarma

Eufarma è un progetto nazionale indipendente, strutturato a misura della farmacia, che ha la finalità di fornire alla farmacia soluzioni relative a gestione commerciale e strategia di sviluppo del business. Tra le principali attività oggetto dell’attività di Eufarma, il coinvolgimento commerciale delle farmacie associate, in aree a esclusiva territoriale, con l’obiettivo di comunicare con forza al pubblico l’idea di una farmacia capace di differenziarsi per servizi e offerta. Attiva da oltre 17 anni, Eufarma può contare su oltre 300 prodotti in esclusiva, 80mila carte fedeltà attive e due milioni di volantini distribuiti ogni anno.

Ulteriori informazioni

È possibile avere ulteriori informazioni e richiedere un contatto commerciale aprendo questo collegamento

Con il contributo non condizionante di Eufarma Srl

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.