«Hippocrates Holding annuncia l’ingresso, a partire da marzo – nel CdA del Gruppo – di Oliver Windholz, tra i più importanti manager internazionali del settore farmaceutico, e di Alberto Baldan, manager di lunga esperienza nel settore retail e real estate». È quanto si legge in una nota del gruppo proprietario in Italia di 150 farmacie, con una presenza consolidata nelle regioni del Nord e Centro Italia, con ricavi a 320 milioni di euro nel solo 2020. «Windholz – prosegue l’azienda -, già amministratore indipendente di Comifar, Brocacef e Tamro, ha ricoperto il ruolo di Ceo di Phoenix Pharma SE dal 2014 al 2019, guidando la crescita internazionale del gruppo e la sua trasformazione in un provider integrato nel settore healthcare. Baldan vanta un track record ed esperienza eccezionali nel settore retail, avendo ricoperto ruoli chiave all’interno di Auchan Group, Conforama, la Rinascente e Grandi Stazioni Retail, di cui, dal 2017, guida lo sviluppo strategico».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Tavaniello e Guarino: «Segnale di fiducia nel complesso contesto post Covid-19»

«Siamo entusiasti che un professionista altamente competente come Oliver, con una consolidata esperienza nel business farmaceutico all’ingrosso e al dettaglio, nello sviluppo di programmi di cooperazione farmaceutica e nell’implementazione di soluzioni digitali a beneficio dei consumatori finali, abbia deciso di sposare il nostro progetto». È quanto commentano Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino, fondatori e co-CEO di Hippocrates. «Siamo certi – proseguono i dirigenti – che la profonda conoscenza del mercato di Oliver e il suo bagaglio di esperienze possano rappresentare un valore aggiunto per tutto il Gruppo. Questa novità – che riflette il potenziale del mercato italiano di attrarre manager internazionali – è infine un bel segnale di fiducia nel complesso contesto post Covid-19».

La soddisfazione di Windholz

«Hippocrates – evidenzia Oliver Windholz -, in soli tre anni, si è affermato come gruppo innovativo e leader nel mercato italiano dell’healthcare. Condividiamo gli stessi valori: una profonda cultura aziendale e il desiderio di innovazione per il benessere individuale dei consumatori, fattori che hanno determinato i nostri rispettivi successi. Sono impaziente di mettere a disposizione il mio bagaglio di esperienze per il progetto ambizioso di Hippocrates: creare una rete forte nel comparto italiano dell’healthcare, settore di grande tradizione che ha bisogno di professionisti altamente qualificati per soddisfare pienamente le esigenze dei pazienti».

Baldan: «Farmacia punto di riferimento»

Alberto Baldan evidenzia che «il percorso intrapreso da Hippocrates fino ad oggi mi rende orgoglioso di entrare a far parte di una realtà dinamica e stimolante e di poter mettere al suo servizio l’esperienza maturata in questi anni. La significativa crescita di Hippocrates è legata a doppio filo al suo approccio al retail: per Hippocrates, infatti, la farmacia è un punto di riferimento per la comunità e, sin dalla sua creazione, ha investito perché potesse offrire servizi di eccellenza ai propri pazienti. Il mio obiettivo sarà quindi quello di rafforzare ulteriormente questi valori, che condivido pienamente».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.