«Il 25 settembre si celebra la Giornata internazionale del farmacista, quest’anno centrata sulla fiducia che la collettività riserva ai farmacisti, ulteriormente cresciuta durante la crisi pandemica, che è stata caratterizzata dal proliferare di cattiva informazione e di posizioni contraddittorie a proposito della pandemia». È quanto si legge in una nota firmata da Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), pubblicata in occasione della ricorrenza. Nella stessa occasione «Mandelli – prosegue la nota – ha ringraziato tutti i colleghi per il loro impegno, ricordando che “la fiducia del pubblico nasce e si mantiene nella coerenza tra parola e azione. Abbiamo sempre sostenuto di essere il primo presidio sul territorio e lo abbiamo puntualmente e concretamente dimostrato anche durante questo terribile anno e mezzo di emergenza sanitaria”».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Ruolo del farmacista e della farmacia rafforzati

Nella stessa missiva Mandelli ricorda «come durante l’emergenza il ruolo del farmacista e della farmacia si siano rafforzati, ampliando la partecipazione ai processi di cura e assistenza in collaborazione con gli altri professionisti sanitari sul territorio». Secondo il presidente «abbiamo portato a compimento nuovi servizi dalla dematerializzazione delle ricette al potenziamento della consegna a domicilio, dalla partecipazione alle campagne di screening per il SARS-CoV-2 alla partecipazione alle campagne vaccinali, quella contro la COVID e quella, imminente, contro l’influenza stagionale. Un segno della capacità del farmacista di rispondere alle emergenze accettando la sfida di ampliare il suo intervento».

Giornata mondiale del farmacista, origine e motto del 2021

La Giornata mondiale del farmacista è stata creata dal Consiglio della Federazione farmaceutica internazionale (Fip) al Congresso mondiale di Farmacia e Scienze Farmaceutiche a Istanbul, in Turchia nel 2009. Il 25 settembre è stata scelta come Giornata mondiale del farmacista perché in questa data la Fip è nata nel 1912. «La fiducia – si legge sul sito della Fip – è una parte centrale di tutte le relazioni umane e un elemento fondamentale del capitale sociale. La fiducia è essenziale anche per l’assistenza sanitaria: esiste un’associazione significativa tra la fiducia negli operatori sanitari e gli esiti sanitari per i pazienti. In diversi contesti clinici, i pazienti hanno riportato una maggiore soddisfazione per il trattamento, hanno mostrato comportamenti sanitari più benefici e meno sintomi e hanno sperimentato una migliore qualità della vita quando avevano una maggiore fiducia nei loro operatori sanitari».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.