galenica clinicaTre laboratori di galenica clinica sono stati inaugurati l’8 giugno 2015 presso l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia (in provincia di Como). Si tratta di tre locali che occupano una superficie di 160 metri quadrati istituiti presso il Servizio farmaceutico e nutrizionale diretto da Paola Ardovino, per i quali l’azienda ospedaliera ha investito 770 mila euro tra arredi e attrezzature. Si tratta, spiega lo stesso ospedale sul proprio sito internet, di «strutture all’avanguardia, dotate delle più avanzate tecnologie e dei più elevati standard di sicurezza, che rispondono alle esigenze di un presidio che ha tra le sue vocazioni principali quella oncologica».
Uno dei laboratori, infatti, sarà dedicato ai medicinali antitumorali e deputato in particolare all’allestimento dei farmaci sterili iniettabili che vengono impiegati per la chemioterapia. Un secondo, si occuperà invece dell’allestimento di sacche per la nutrizione parenterale per i pazienti che necessitano di alimentazione tramite accesso venoso. La terza struttura sarà adibita invece alla preparazione di farmaci orfani sterili, ossia non reperibili in commercio ma necessari per la cura di alcune patologie come, ad esempio, alcuni colliri e alcuni medicinali per malattie rare. È prevista, inoltre, la preparazione di prodotti galenici non sterili: pomate, collutori e altri preparati a dosi non presenti sul mercato.
«Con la realizzazione dei laboratori di galenica clinica – ha sottolineato il direttore generale del Sant’Anna, Marco Onofri – abbiamo dotato l’ospedale di tecnologie all’avanguardia, con l’obiettivo di aumentare ulteriormente l’efficacia e la sicurezza assicurando un elevato standard di qualità del prodotto e le massime garanzie per operatori, pazienti e ambiente. In un prossimo futuro, si potrebbe pensare anche a produrre farmaci per altre strutture». L’ospedale comasco sottolinea infatti come l’attività dei laboratori sia aumentata fortemente negli ultimi anni. Per quanto riguarda i farmaci antitumorali si è passati dalle circa 8.800 unità prodotte nel 2012 a 10 mila nel 2014. Le sacche per la nutrizione parenterale, nello stesso periodo, sono aumentate da 1.835 a 3.041 unità. Mentre per la galenica tradizionale non sterile le preparazioni del 2012 sono state 2.299; 2.510 quelle registrate nel 2014.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.