formazione-farmacistiQuella del farmacista è una professione che si inserisce in Italia in un contesto sanitario che è palesemente ed oggettivamente difficile, e che è sempre più spesso chiamata a dover gestire delle situazioni di emergenza. Ne consegue che, nell’ambito dei nuovi scenari professionali, l’efficacia nella comunicazione rappresenta sempre di più uno strumento chiave nell’esercizio dell’attività.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Su tale aspetto nello scorso mese di ottobre del 2013, a Capri, si è tenuto “La comunicazione come cura”, un progetto formativo che ha riscosso da parte dei partecipanti un forte interesse, e che ha rappresentato un’esperienza pilota in vista di nuovi appuntamenti sul tema nel corso del prossimo anno. Con il progetto formativo, in particolare, i partecipanti hanno potuto conoscere ed acquisire quelli che sono i nuovi strumenti comunicativi affinché il lavoro quotidiano del farmacista possa essere valorizzato al massimo.

Nel gestire quelli che possono essere i momenti di crisi quando si esercita la professione, con “La comunicazione come cura” è stato posto l’accento sulla necessità di dotarsi di schemi organizzativi tali da poter avere tempi di reazione rapidi unitamente alla capacità di definire strategie in tempi brevi e di mantenere sempre ottimale la propria capacità di visione.

Durante il progetto formativo di Capri tutto ciò è stato possibile facendo leva su esercitazioni, simulazioni di interviste ed esercizi in role playing che hanno coinvolto tutti i partecipanti. Il progetto pilota relativo a “La comunicazione come cura” avrà sicuramente un seguito nel 2014 in quanto su scala nazionale è stato già inserito nel programma del prossimo anno da parte della SIFO, la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie.

Formazione farmacisti, chi è SIFO

Fondata nel 1952, con sede a Milano, la SIFO è un’associazione culturale e scientifica con quasi tremila soci. Trattasi dei farmacisti che sono dipendenti dalle strutture private a livello ospedaliero e di quelli che invece operano come dipendenti pubblici del Servizio Sanitario Nazionale. Tra gli scopi dell’associazione c’è quello di elevare la figura del farmacista dal punto di vista etico e culturale, e di coordinare e promuovere l’attività delle farmacie degli ospedali anche con il fine del miglioramento delle prestazioni.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.