Una collaborazione a largo raggio che prevede corsi di perfezionamento destinati ai farmacisti di comunità, al fine di evidenziare l’evoluzione del ruolo e le competenze del farmacista per rispondere alle sfide in termini di sviluppo delle competenze professionali gestionali: è in sintesi il cuore dell’accordo tra la Fondazione Cannavò e l’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari (Altems) – Facoltà di Economia nel campus di Roma dell’Università Cattolica. Il ruolo del farmacista territoriale e la funzione della farmacia di comunità hanno acquisito nell’ultimo periodo un peso sempre maggiore, dimostrando una grande capacità di efficacia e di intervento nelle politiche assistenziali del territorio. Le farmacie rappresentano il primo presidio per il paziente e la porta d’ingresso al Servizio Sanitario Nazionale ed è per questo che appare indispensabile incrementare le competenze professionali per accrescere ruoli e responsabilità del farmacista di comunità: dalla legislazione sulla farmacia dei servizi alla convenzione farmaceutica e, ancora, dalla sanità digitale all’empowerment e alla gestione dell’online.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

L’impegno di Altems

Altems «da sempre si impegna nel creare un contesto istituzionale adatto allo sviluppo dell’alta formazione nel campo dell’economia e del management sanitario e a oggi, grazie alla convergenza delle competenze della Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli”, della Facoltà di Economia e del Corso di Laurea in Farmacia garantisce un’ampia gamma di attività in grado di rispondere alle esigenze di sviluppo di competenze professionali in ambito economico-gestionale per il settore “salute” nella sua più ampia accezione».

Rapporto istituzionale con Fofi e Fondazione Cannavò

Americo Cicchetti, Direttore Altems, docente di organizzazione aziendale e di gestione del personale presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, afferma che «questa collaborazione assume particolare rilevanza non solo per Altems ma per l’Università Cattolica, che presso la sede di Roma – da diversi anni – ha intrapreso un investimento per fornire alla farmacia e alla professione del farmacista, percorsi di sviluppo manageriale che completano l’offerta del Corso di Laurea in farmacia attivato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” sfruttando le competenze della Facoltà di Economia. Nell’ormai consolidato rapporto istituzionale con Fofi, la collaborazione con la Fondazione Cannavò permette di costruire una nuova piattaforma per lo sviluppo di competenze indispensabili per consolidare il ruolo della farmacia e del farmacista nel Servizio sanitario nazionale».

Competenze scientifiche e professionali

Luigi d’Ambrosio Lettieri, presidente della Fondazione Francesco Cannavò, ha annunciato che «a nome della Fondazione, questa importante collaborazione con Altems e con l’Università Cattolica nella certezza che le proficue sinergie che sapremo sviluppare concorreranno alla promozione delle competenze scientifiche e professionali necessarie ai farmacisti riusciremo ad offrire ai farmacisti per garantire la qualità e l’appropriatezza delle prestazioni erogate in un contesto sanitario in profonda evoluzione che assegna alla farmacia italiana una funzione strategica nelle attività di prevenzione e assistenziali. Siamo sempre stati convinti, infatti, che il costante adeguamento del patrimonio dei saperi è un presupposto imprescindibile per restare sempre connessi con il progresso delle scienze, con i bisogni della comunità e con le esigenze del mercato».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.