federfarmaFederfarma esprime apprezzamento per l’esito dell’esame dell’articolo 32 del DDL concorrenza da parte dell’Aula della Camera che ha respinto con ampia maggioranza tutti gli emendamenti finalizzati a consentire la vendita dei farmaci C con obbligo di ricetta in esercizi diversi dalla farmacia.
La Camera ha riconosciuto il valore sociale e sanitario della farmacia e la necessità di far prevalere la tutela della salute dei cittadini, salvaguardandone la capillarità e proseguendo il percorso verso un più organico inserimento della farmacia nel sistema sanitario nazionale.
L’Italia quindi rimane allineata agli altri Paesi europei, in nessuno dei quali il farmaco con ricetta è venduto fuori farmacia.
Positivo anche il fatto che sia stato approvato, con parere favorevole del Governo, un emendamento che rende concretamente applicabile la norma che consente alle farmacie soprannumerarie dei piccoli centri, una volta che siano conclusi i concorsi straordinari per l’apertura di nuove farmacie, di trasferirsi in ambito regionale.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.