Sviluppo economico dei piccoli paesi e contrasto allo spopolamento. Sono queste le iniziative che intraprenderà la Regione Campania in favore delle aree svantaggiate in cui operano decine di farmacie rurali. Ciò attraverso la firma, da parte del governatore Vincenzo De Luca, di un decreto che approva il contenuto dell’accordo denominato «Progetto sperimentale per le farmacie rurali sussidiate». A darne notizia è la stessa Federfarma Campania, la quale spiega che De Luca ha siglato mercoledì 26 giugno 2019 il documento che proseguirà poi con la sottoscrizione di un accordo quadro con le organizzazioni di categoria dei farmacisti per la disciplina dell’incentivo alle farmacie rurali.

«Il progetto – spiega Federfarma Campania – ha lo scopo di favorire lo sviluppo sostenibile economico, sociale, ambientale e culturale, favorendo così la residenza nei piccoli comuni. Quindi definisce i parametri per beneficiare dei finanziamenti destinati ai piccoli comuni e prevede misure concrete per lo sviluppo economico degli stessi in chiave sostenibile e per contrastare lo spopolamento. “Nei prossimi giorni – recita una nota della Regione Campania – si procederà alla sottoscrizione dell’accordo e nell’occasione saranno illustrati i contenuti e le finalità dello stesso”».

Ad esprimere soddisfazione è Nicola Stabile, presidente di Federfarma Campania, il quale ha evidenziato che «la collaborazione da tempo avviata tra titolari di farmacia e Regione Campania produce i primi frutti a vantaggio della collettività. Dopo una lunga trattativa con Federfarma Campania, l’amministrazione regionale ha approvato oggi il decreto sulla ruralità. Un importante provvedimento attraverso cui il servizio sanitario regionale sceglie di investire sul tessuto capillare del sistema farmacia e sulla rete delle farmacie rurali in particolare, non solo incrementando il sostegno economico in loro favore ma promuovendo lo sviluppo di interventi socio-sanitari riconducibili all’attuazione della farmacia dei servizi».

«Per effetto di tale provvedimento strutturale – prosegue il dirigente – le farmacie rurali saranno munite di defibrillatori, dispenseranno in esclusiva, nei territori di competenza, farmaci innovativi soggetti a monitoraggio speciale, garantiranno la guardia farmaceutica notturna. Seguirà la realizzazione di strategiche implementazioni come il trattamento delle cronicità, la presa in carico del paziente, la partecipazione a screening di massa. Un complesso ed efficiente sistema di “sentinelle” professionali al servizio degli assistiti».

© Riproduzione riservata