Martedì 9 novembre 2021, in occasione dell’assemblea regionale di Federfarma Campania, Mario Flovilla è stato eletto presidente della sigla di categoria. A farlo sapere è stata la stessa associazione sindacale, la quale ha reso noto che «l’elezione è avvenuta per acclamazione», ciò confermando «l’unità delle cinque province nel perseguire il progetto elaborato per l’ulteriore rilancio della categoria professionale dei farmacisti che, durante la pandemia, si è confermata elemento indispensabile del sistema sanitario nazionale e regionale. La campagna vaccinale e l’esecuzione dei tamponi hanno ribadito il prezioso e insostituibile apporto della farmacia nella sanità territoriale». Flovilla, presidente di Federfarma Avellino e del Sunifar regionale, «rappresenterà nelle interlocuzioni con la Regione le 1.700 farmacie della Campania».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Nominati vice presidenti urbano e rurale

Nella stessa occasione sono stati nominati anche il vice presidente urbano e vice presidente rurale. Si tratta rispettivamente di Giuseppe Viggiano, di Federfarma Salerno, e di Giovanni Russo, di Federfarma Napoli. Soddisfatto della nomina, Flovilla ha dichiarato che «tra i tanti progetti che porteremo all’attenzione della Regione mi preme sottolineare quello del sostegno alle farmacie rurali. In un territorio come la Campania sono una risorsa importantissima per garantire il diritto alla salute dei cittadini anche nei paesi più piccoli dell’entroterra regionale».

A ottobre l’appello lanciato per sostenere le rurali

Lo scorso ottobre 2021 i vertici regionali di Federfarma avevano lanciato un appello diretto a Vincenzo De Luca, governatore della Regione. L’allora presidente facente funzioni, Flovilla, aveva evidenziato come «nelle piccole comunità dell’entroterra, ormai sempre più prive di servizi, la farmacia è l’unico presidio di prossimità, non solo sanitario. Sostenere con interventi economici complessivamente modesti la farmacia rurale sussidiata, significa fattivamente aiutare quelle piccole comunità, frapponendo un ostacolo al processo di desertificazione delle aree interne». Ciò esortando «il presidente della Giunta regionale della Campania affinché si approntassero adeguati interventi di sostegno delle farmacie rurali sussidiate, mediante provvedimenti integrativi di quelli nazionali, sull’indennità di residenza».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.