«Per l’anno 2020 Promofarma introdurrà nuovi servizi per l’applicativo di fatturazione elettronica a cui le farmacie potranno accedere con la semplice modifica del Codice Destinatario comunicato, all’Agenzia delle Entrate e/o ai propri fornitori, per ricevere le fatture elettroniche». Ne dà notizia Federfarma, la quale spiega in una circolare che per fruire dei nuovi servizi erogati è necessario utilizzare il nuovo codice destinatario RN5Y3PI, da comunicare a tutti i fornitori o direttamente all’Agenzia delle entrate. I nuovi servizi, compresi nel canone annuale, riguarderanno l’app mobile rilasciata per sistemi Android dal primo gennaio 2020 e su sistemi Apple iOS dal primo febbraio, lo scadenzario fatture e il servizio delle notifiche. In merito ai passi necessari per consentire il cambio del codice destinatario Sdi, Federfarma evidenzia che può essere comunicato e modificato «direttamente all’Agenzia delle Entrate con una duplice modalità: seguendo le istruzioni indicate nella “Breve guida” allegata oppure delegando il proprio commercialista alla comunicazione del “Codice Destinatario” Promofarma (RN5Y3PI) all’Agenzia delle Entrate». In alternativa, le farmacie che hanno scelto i servizi di Promofarma potranno inviare «il codice RN5Y3PI direttamente a ciascuno dei propri fornitori».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Federfarma raccomanda di cambiare il codice direttamente all’Agenzia delle Entrate: «In questo modo – si legge in una nota – tutte le fatture indirizzate alla farmacia verranno automaticamente recapitate al “Codice Destinatario” registrato presso l’Agenzia delle Entrate, evitando così possibili disguidi ed errori legati a comunicazioni parziali o non aggiornate». Nella stessa circolare Federfarma rende noto inoltre che «il costo complessivo del servizio per ciascuna farmacia è di € 55,00 + IVA (per un totale di € 67,10) tale canone darà diritto ad un numero illimitato di fatture, inviate e ricevute, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. Inoltre, è compreso il servizio di conservazione sostitutiva gratuita delle fatture emesse e ricevute per un periodo di 10 anni». Infine, «per coloro che utilizzano il servizio di fatturazione elettronica direttamente dal proprio gestionale, si raccomanda di effettuare almeno un accesso (login) sulla piattaforma dopo aver sottoscritto il contratto per consentire l’aggiornamento delle anagrafiche del gestionale ed evitare malfunzionamenti nel sistema».

È utile sottolineare che il servizio di Fatturazione elettronica offerto da Promofarma resterà invariato per coloro che non modificheranno il Codice Destinatario. Ne consegue che, alla luce di quanto evidenziato, l’implementazione del nuovo codice è una ulteriore modalità che non annulla, ne sostituisce, quella precedente.

© Riproduzione riservata