L’Associazione farmacisti volontari e di protezione civile Puglia scende in sostegno della popolazione dal 19 al 23 febbraio 2020, giorni in cui Bari ospiterà la visita del Santo Padre in occasione dell’incontro di riflessione e spiritualità «Mediterraneo, frontiera di pace», voluto dalla Cei. I farmacisti renderanno disponibile «un servizio continuativo – si legge in una nota – per cinque giorni con una postazione dell’unità mobile Camper farmacia d’emergenza». Ciò mediante il supporto di oltre venti farmacisti volontari «che garantiranno anche un servizio di “staffetta” per fornire, in caso di urgenza, i farmaci necessari ai vescovi che ne dovessero avere bisogno, nella struttura che li ospiterà».

Roberta Lupoli, presidente dell’associazione, esprime il proprio favore per l’iniziativa: «Insieme al presidente dell’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari e Bat, Luigi d’Ambrosio Lettieri, siamo molto orgogliosi di poter contribuire all’evento. Il nostro compito – prosegue Lupoli – sarà fornire, secondo la normativa vigente, a chi ne avesse necessità durante le cinque giornate, farmaci e presidi medici oppure prestazioni come analisi di prima istanza. Con me saranno coinvolti per cinque giorni di attività oltre venti farmacisti volontari che garantiranno la loro presenza sulla nostra unità mobile Camper farmacia d’emergenza».

© Riproduzione riservata