farmacisti usaL’occasione è quella del «mese della farmacia» che si terrà ad ottobre negli Stati Uniti. L’obiettivo è ottenere un maggiore riconoscimento per il servizio erogato da parte della pubblica amministrazione americana. I farmacisti che operano negli States chiedono infatti a gran voce che sia riconosciuta loro la qualifica di «personale curante»: si tratta del Provider Status, che permette di includere un professionista della salute nei programmi di cura nazionali. È il caso, ad esempio, del noto sistema “Medicare”, assicurazione sanitaria amministrata dal governo centrale e dedicata alle persone che hanno più di 65 anni di età e rispondono ad una serie di requisiti particolari. Chi vi rientra, può ottenere una sovvenzione finanziaria per far fronte alle spese mediche.
Secondo quanto riferito dal giornale online specializzato Le Quotidien du Pharmacien, i titolari d’Oltreoceano lamentano il fatto di essere, ad oggi, praticamente le sole in ambito sanitario a non beneficiare dello status, contrariamente – ad esempio – ai chiropratici, alle ostetriche e ai dietisti. La American Pharmacists Association (associazione di categoria statunitense) ha per questo domandato agli iscritti di mobilitarsi al fine di ottenere il riconoscimento, per il quale occorre modificare la legge federale attualmente in vigore. Concretamente, i farmacisti invieranno una lettera al Congresso degli Usa, e incontreranno i senatori, invitandoli a visitare le farmacie (oltreché a confrontarsi con i rappresentanti sindacali).
Un sondaggio effettuato nel corso del mese di luglio attraverso internet mostra che l’82% dei cittadini statunitensi si dichiara favorevole all’estensione del Provider Status ai farmacisti. Qualche dubbio in più serpeggia nell’elettorato repubblicano (che non supera il 78%), mentre risulta più ampio il consenso all’ipotesi da parte dei democratici (86%).

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.