Dal 20 al 22 ottobre 2022 si terrà FarmacistaPiù, evento annuale che riunisce i farmacisti italiani che nell’edizione dell’anno in corso ha il titolo “Il rilancio della sanità territoriale, strumento di garanzia per la promozione della salute e per la continuità assistenziale. Ruolo del farmacista e funzione della farmacia”. Come per le edizioni precedenti sono stati istituiti i bandi di premi con la finalità di valorizzare le iniziative professionali e promuovere la professione del farmacista. Si tratta dei premi allo studio, alla solidarietà, all’innovazione, ai giovani talenti cui sarà dedicata un’apposita sessione dei lavori congressuali.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

I premi Giacomo Leopardi e Cosimo Piccinno

Più nel dettaglio, «il premio allo studio “Giacomo Leopardi” – dedicato alla memoria del Dott. Giacomo Leopardi, storico Presidente della Fofi e figura di spicco della sanità italiana – intende affermare il valore della formazione professionale promuovendo le attività di studio e di ricerca di maggior interesse scientifico con particolare riferimento a tematiche quali il ruolo del farmacista nell’emergenza pandemica, la digitalizzazione nella sanità, la Farmacia dei Servizi e la profilassi e la terapia delle malattie infettive». A cui segue «il premio alla solidarietà “Cosimo Piccinno” – intitolato alla memoria del Comandante dei Carabinieri del NAS, Generale Cosimo Piccinno, distintosi per l’altissimo impegno profuso a tutela della Salute e apprezzato per lo straordinario valore umano – che celebrerà le migliori iniziative di solidarietà promosse dai farmacisti che animano la professione farmaceutica».

I premi Renato Grendene e Osvaldo Moltedo

È la volta del «premio all’innovazione “Renato Grendene” – dedicato a colui che nella sua vita professionale e nel ruolo Presidente di Utifar ha saputo guardare al futuro del farmacista con grande lungimiranza – che si propone di valorizzare le migliori esperienze innovative realizzate dal farmacista che abbiano determinato benefici per i pazienti, con particolare riferimento a progetti inerenti la ricetta medica dematerializzata, il Fascicolo Sanitario Elettronico e il monitoraggio dell’aderenza terapeutica, i test diagnostici nelle attività di prevenzione e diagnosi precoce di Sars CoV-2 e la profilassi vaccinale». Infine, «il premio alle promesse giovanili “Osvaldo Moltedo” vuole riconoscere il valore dell’impegno dei giovani farmacisti, con particolare riferimento a ogni iniziativa di supporto dell’attività professionale in farmacia, quindi a progetti che si sono particolarmente distinti per gli obiettivi di evoluzione del ruolo del Farmacista in Farmacia».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.