Come ogni anno a partire dal 2000, anche per il 2019, la fondazione Banco Farmaceutico onlus ha organizzato per sabato 9 febbraio 2019 la Giornata di raccolta del farmaco. Nel corso di tale occasione, «migliaia di volontari di Banco Farmaceutico presidiano le farmacie che aderiscono all’iniziativa, invitando i cittadini a donare uno o più farmaci per gli enti caritativi del territorio». In un ottica di cooperazione, il sindacato Farmacieunite ha reso noto di aver aderito alla manifestazione anche per l’anno in corso. «L’adesione così elevata delle farmacie aderenti alla nostra associazione all’iniziativa del Banco Farmaceutico – spiega Giacomo Battistella, referente di Farmacieunite per il Banco Farmaceutico – è determinata dalla volontà di dare una risposta al bisogno farmaceutico delle persone in stato di difficoltà sociale, familiare ed economica e testimonia al contempo il consolidamento di un percorso di educazione alla condivisione e alla gratuità».

Franco Gariboldi Muschietti, presidente di Farmacieunite, evidenzia come «secondo il Rapporto 2018 della Fondazione Banco farmaceutico onlus, la povertà sanitaria è in continua crescita e le famiglie più povere, che non hanno la possibilità di fare prevenzione, sono destinate a spendere in farmaci il 14% in più dei non indigenti. In questo contesto appare ancora più significativo l’impegno della Categoria a favore delle fasce più deboli e bisognose della popolazione e, sono orgoglioso di constatare che, nonostante le difficoltà economiche che tutti stiamo attraversando, sono sempre in aumento le farmacie che aderiscono a questa importante iniziativa».«Siamo certi – concludono Muschietti e Battistella – che anche quest’anno le farmacie associate a Farmacieunite sapranno distinguersi, per capacità e impegno, in questo importante appuntamento con la solidarietà».

© Riproduzione riservata