Farmacie Apoteca NaturaLe farmacie Apoteca Natura hanno annunciato anche per il 2018 la campagna “Ci sta a cuore il tuo cuore”, per la prevenzione e la diagnosi cardiovascolare. Essa si svolgerà «in tutte le oltre 630 farmacie della rete italiana» dal 1 al 31 ottobre. «Tenere sotto controllo parametri come pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e peso – spiegano i promotori dell’iniziativa – significa ridurre in modo importante l’incidenza della mortalità tenendo conto che le malattie cardiovascolari sono responsabili del 44% dei decessi nel nostro Paese».

La campagna è stata ideata in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG), con l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) e con il patrocinio della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI). «Dal 2012 al 2017 questo programma di informazione e di educazione, volto a prevenire le malattie cronico-degenerative di origine cardiovascolare, ha consentito di eseguire 200.000 screening cardiovascolari gratuiti», precisa la rete di farmacie. Nel corso dell’intero mese di ottobre sarà possibile misurare la pressione arteriosa con screening della fibrillazione atriale atta a prevenire l’ictus celebrale, misurare in autodiagnosi la colesterolemia totale con rilascio (solo agli individui tra i 40 e i 69 anni) della carta del rischio per la prevenzione degli eventi cardiovascolari maggiori, e valutare la probabilità di sviluppare il diabete mellito di tipo 2 con il test FINDIRISC OMS. «Tutti i dati raccolti generano in automatico una “Mappa del benessere cardiovascolare” che consente di guidare la persona nel percorso di salute preventivo e personalizzato. Al termine, il cliente riceve una relazione con i risultati della valutazione e, qualora fossero emersi fattori di rischio, una lettera per il medico curante con i risultati della valutazione effettuata.

«Ai risultati di grande valore per la tutela della salute cardiovascolare, registrati finora nelle campagne di Apoteca Natura – ha affermato Giuseppe Ventriglia, della SIMG – si è aggiunta negli ultimi anni la possibilità per i clienti delle farmacie di essere seguiti individualmente. Grazie infatti all’adozione di evoluti strumenti informatici circa 5.600 persone sono state seguite individualmente nel loro percorso di autocontrollo cardiovascolare, portando già dopo il primo anno risultati misurabili in termini di riduzione del fumo, aumento dell’attività fisica e maggior consumo di frutta e verdura».

© Riproduzione riservata